Torino-Napoli 1-2: Higuain dice 33, granata battuti e partenopei che tornano secondi

TORNO – Secondo match al Grande Torino e seconda sconfitta per i granata, che devono inchinarsi a Higuain e Callejon. I partenopei dominano il primo tempo, i granata reagiscono nella ripresa e rientrano in partita con Bruno Peres ma non basta. I ragazzi di Sarri tornano così secondi, quelli di Ventura vengono superati dal Genoa e sono undicesimi.

PRIMO TEMPO: HIGUAIN E CALLEJON PER IL DOMINIO DEL NAPOLI – La partita sorride subito agli ospiti, evidentemente più motivati: già al 4′, l’attesissimo Higuain impegna Padelli dal limite dell’area. All’11 la svolta: prima segna Belotti ma viene annullato per fuorigioco, sul ribaltamento di fronte Higuain elude la difesa e batte Padelli sul secondo palo: 0-1 è 33esima rete stagionale dell’argentino. La reazione del Toro non è un granchè, così pochi minuti dopo il Napoli si riaffaccia e trova il raddoppio: Hamsik serve basso in area per Callejon che non sbaglia. Il Toro a questo punto rischia l’imbarcata: il resto della frazione è un susseguirsi di occasioni per il Napoli, che culminano nel palo di Higuain su rasoterra. Se il passivo non aumenta, Ventura deve ringraziare anche Padelli, reattivo in almeno due occasioni. Nel finale c’è anche tempo per un intervento vigoroso di Gastòn Silva in area, ma Damato lascia correre.

SECONDO TEMPO: BRUNO PERES RIAPRE I GIOCHI – La ripresa vede subito un Toro diverso, desideroso almeno di salvare l’onore. Il granata più ispirato sembra Peres, ma anche la difesa sembra soffrire meno, sebbene Bovo spenda un cartellino giallo per fermare Hamsik e Higuain calci alto da buna posizione al 62’. Al 65′, però, i granata accorciano le distanze: bell’assist di Vives, Bruno Peres taglia la retroguardia partenopea e supera Reina con un cucchiaio. A quel punto i granata cominciano a crederci e spingono di più: Ventura inserisce Molinaro per Zappacosta e il rientrante Immobile per Martinez, mentre Sarri risponde con Mertens per Insigne, David Lopez per Hamsik e l’ex El Kaddouri per Callejon. Il finale è nervoso ma non riserva particolari occasioni: l’unico evento rilevante è il secondo giallo per Vives che lo porta a chiudere la stagione in anticipo. Il triplice fischio sancisce una vittoria meritata del Napoli anche se con una ripresa in calo; dall’altra parte, il Toro delude ancora in casa e può rimpiangere la sua reazione tardiva.

 

TORINO-NAPOLI 1-2

Marcatori: pt 13′ Higuain (N), pt 20′ Callejon (N), st 21′ Bruno Peres (T)

TORINO (3-5-2): Padelli 6.5; Bovo 5, Jansson 5, Gastòn Silva 6.5; Zappacosta 5.5 (st 28′ Molinaro 5.5), Acquah 4.5 (st 7′ Baselli 5.5), Vives 5.5, Benassi 5, Bruno Peres 7; Belotti 5, Martinez 5.5 (st 33′ Immobile 6). A disposizione: Ichazo, Castellazzi, Maksimovic, Glik, Moretti, Gazzi, Obi, Farnerud, Maxi Lopez. Allenatore: Ventura.

NAPOLI (4-3-3): Reina 6; Hysaj 6, Albiol 6.5, Koulibaly 7, Ghoulam 6; Allan 7, Jorginho 6.5, Hamsik 6.5 (st 35′ David Lopez n.g.); Callejon 7 (st 38′ El Kaddouri n.g.), Higuain 7, Insigne 5.5 (st 28′ Mertens 6). A disposizione: Gabriel, Strinic, Chiriches, Maggio, Regini, Chalobah, Grassi, Valdifiori, Gabbiadini. Allenatore: Sarri.

Note: ammoniti pt 4′ Albiol (N), pt 39′ Vives (T), st 15′ Bovo (T), st 18′ Higuain (N), st 37′ Benassi (T), espulso st 46′ Vives (T).

 

HIGUAIN 7 (MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN) – 33mo centro per il Pepita, eguagliato il record di Angelillo: basterebbe e avanzerebbe questo. Comunque, oltre a questo, mette in costante crisi Jansson e tutta la difesa granata.

https://youtu.be/NDDOt5gd56c

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *