Euro 2016: Azzurri, Che partita! Italia-Spagna 2-0, Sabato i Quarti contro la Germania

SAINT DENIS – L’Italia batte la Spagna e passa ai quarti di finale di Euro 2016: grandissima prestazione degli Azzurri, in una partita gestita esattamente come quella contro il Belgio. Fisicamente e mentalmente presenti dal primo minuto, la Nazionale ha già reso orgogliosi i propri tifosi.

Pellé Italia-Spagna

La Partita dell’Italia – Il Condottiero Antonio Conte desiderava la partita perfetta e con tanta fatica i suoi giocatori la hanno resa realtà in campo: Concentrazione al 100%, recupero perenne della posizione in fase di non possesso palla, seppur sbagliando tante (forse troppe) occasioni che sarebbero potute costare caro. I goal sono l’emblema di un gioco di squadra che, al momento, funziona alla perfezione. Il primo dopo la punizione di Eder, parata da De Gea che riesce a respingere la sfera ma non a trattenerla, viene deviata da Giaccherini ed arriva a Chiellini, posto alle spalle del portiere Iberico, che manda la palla facilmente in rete. Il secondo, nel finale, gli Azzurri sono stanchi, ma con una serie di tocchi corali, diretti dalla panchina da Mister Conte, fanno arrivare la palla a Pellé, che con una media di due goal a partita, chiude il match con la sua seconda rete della “serenità” in questo Europeo. La partita è stata decisa, oltre che dai marcatori, anche dalle super parate di Gigi Buffon e dall’ingresso di Insigne, che ha saputo rialzare il ritmo degli Azzurri che era calato drasticamente verso lo scadere.

La Partita della Spagna – La Spagna a inizio gara è stata “condizionata” dalla breve pioggerella e si è limitata a studiare tatticamente l’Italia per contenerla, tenuta in partita fino alla rete di Graziano Pellé dalle Sante Mani di De Gea. Spesso fallosi, e fisicamente stanchi, la Roja ha avuto solo 15 minuti nel finale di grande intensità, per il resto non ha saputo ribattere efficacemente alle ripartenze Azzurre.

Italia ai quarti euro 2016

Prossimamente – L’Italia approda ai quarti di finale non più come un’outsider, ma come una squadra da temere per la sua compattezza. Ma come avversario Sabato alle 21 a Bordeaux ci sarà la Germania. Dopo i Campioni d’Europa uscenti, i Campioni del Mondo in carica. Senza Thiago Motta squalificato, De Rossi da valutare dopo il problema riscontrato durante questo incontro, Candreva ancora in dubbio, la formazione potrebbe essere ancora lievemente rimaneggiata. Da tifosi della Nazionale non ci resta che affidarci nuovamente, come abbiamo imparato, ad Antonio Conte, per un’altra impresa al prossimo turno, per continuare a scrivere le pagine di questa storia inaspettata.

thiago Motta Italia

Italia-Spagna 2-0 (p.t. 1-0)

ITALIA (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Florenzi (dal 39′ s.t. Darmian), Parolo, De Rossi (dal 9′ s.t. Thiago Motta), Giaccherini, De Sciglio; Pellè, Eder (dal 37′ s.t. Insigne). Panchina: Sirigu, Marchetti, Ogbonna, Darmian, Sturaro, Bernardeschi, El Shaarawy, Immobile, Zaza. Allenatore: Conte.

SPAGNA (4-3-3): De Gea; Juanfran, Piqué, Ramos, Jordi Alba; Fabregas, Busquets, Iniesta; David Silva, Morata (dal 25′ s.t. Lucas Vazquez), Nolito (dal 1′ s.t. Aduriz, dal 36′ s.t. Pedro). Panchina: Casillas, Sergio Rico, Bellerin, Bartra, Azpilicueta, San José, Koke, Thiago Alcantara, Bruno Soriano. Allenatore: Del Bosque.

ARBITRO: Çakir (Turchia).

MARCATORI: Chiellini al 33′ p.t.; Pellè al 46′ s.t.

NOTE: ammoniti De Sciglio (Ita.), Nolito (Spa.), Pellè (Ita.), Thiago Motta (Ita.), David Silva (Spa.) per gioco scorretto, Busquets (Spa.) per proteste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *