Euro 2016, Il Sogno Azzurro finisce ai calci di Rigore: Vittoria Storica della Germania. Italia a Testa Alta ma comunque eliminata

Bordeaux – Una fantastica illusione: dopo aver giocato alla pari, seppur a tratti soffrendo, per 120 minuti di gioco contro i campioni del mondo, l’avventura Italiana a Euro 2016 volge al capolinea. Impostata tatticamente come una partita di scacchi, è stato un’incontro faticoso, sia a livello fisico che mentale, sia per i giocatori in campo che per gli spettatori sul divano. I calci di rigore ne sono una dimostrazione: l’Italia ha toccato la semifinale con un dito dopo l’errore di Schweinsteiger, ma segnare dal dischetto tra tensione, timore e paura non è mai semplice dal punto di vista emotivo. In campo i limiti tanto temuti dal pre-europeo Azzurro, non si sono mai visti: l’Italia non ha mai mollato ed uscita a testa alta nonostante gli errori finali. Finisce così l’imbattibilità Azzurra contro i rivali tedeschi, che vincono per la prima volta contro l’Italia in un grande torneo. Ma è da considerarsi un colpo di fortuna concesso dalla lotteria dei calci di rigore, perché il match è stato tatticamente equilibrato e a tratti la Germania è risultata distratta, quasi temesse l’ennesima beffa Azzurra.

Buffon post italia-Germania

Comunque dobbiamo essere orgogliosi di questa nazionale perché è stata una piacevole sorpresa che ci ha insegnato a non sottovalutare il potere del gruppo e la forza del gioco di squadra. Come sempre Forza Azzurri, ma mai sottovalutare la necessità di esercitarsi più spesso a tirare i calci di rigore in situazioni di stress.

Germania-Italia 7-6 d.c.r. (p.t. 0-0, s.t. 1-1, t.s. 1-1)

GERMANIA (3-5-2): Neuer; Höwedes, Boateng, Hummels; Kimmich, Khedira (dal 16′ p.t. Schweinsteiger), Kroos, Özil, Hector; Müller, Gomez (dal 27′ s.t. Draxler). (Leno, ter Stegen, Mustafi, Tah, Can, Weigl, Podolski, Sané, Schürrle, Götze). Allenatore: Löw.

ITALIA (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini (dal 15′ s.t.s Zaza); Florenzi (dal 41′ s.t. Darmian), Sturaro, Parolo, Giaccherini, De Sciglio; Pellè, Eder (dal 3′ s.t.s. Insigne). (Sirigu, Marchetti, Ogbonna, Darmian, De Rossi, Bernardeschi, El Shaarawy, Immobile). Allenatore: Conte.

ARBITRO: Kassai (Ungheria).

MARCATORI: Özil (G) al 20′, Bonucci (I) su rigore al 33′ s.t.

SEQUENZA RIGORI: Insigne (I) gol, Kroos (G) gol, Zaza (I) fuori, Müller (G) parato, Barzagli (I) gol, Özil (G) palo, Pellè (I) fuori, Draxler (G) gol, Bonucci (I) parato, Schweinsteiger (G) alto, Giaccherini (I) gol, Hummels (G) gol, Parolo (I) gol, Kimmich (G) gol, De Sciglio (I) gol, Boateng (G) gol, Darmian (I) parato, Hector (G) gol.

NOTE: ammoniti De Sciglio (I), Parolo (I), Hummels (G), Pellè (I), Schweinsteiger (G), Sturaro (I), Giaccherini (I).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *