Tennis, Us Open: Nadal saluta, Djokovic e Murray volano. Sarà sfida fra Serena-Halep e fra Vinci-Kerber ai quarti

NEW YORK – Gli ottavi di finale degli Us Open  provocano qualche vittima illustre. Escono di scena Rafael Nadal, Aga Radwanska e Venus Williams. Mentre proseguno spediti Novak Djokovic, Andy Murray, Serena Williams e Angelique Kerber.

Lucas Pouille, eroe della giornata dopo la vittoria con Nadal
Lucas Pouille, eroe della giornata dopo la vittoria con Nadal

PARTE ALTA M. – Questa volta, dopo due turni passati per ritiri, Novak Djokovic gioca e in tre set batte il 21enne Kyle Edmund. In questa parte di tabellone, oltre al serbo, troviamo tutti giocatori francesi. Jo-Wilfried Tsonga riesce ad avere la meglio su Jack Sock, nonostante il tentativo di rimonta dell’avversario nel terzo parziale. La sorpresona della giornata arriva da Lucas Pouille, capace di scendere in campo senza timore e battere Rafael Nadal al tie break del quinto set. Dopo aver vinto il primo set in maniera spettacolare (6-1), il transalpino è riuscito a contenere il ritorno del maiorchino, recuperare un break nel set decisivo e spuntarla al tie break per 8 punti a 6, dopo aver sprecato tre match point consecutivi. Infine Gael Monfils non ha dovuto sudare più di tanto per sconfiggere il cipriota Marcos Baghdatis, lasciando per strada solo 8 game.

PARTE BASSA M. – Considerato da tutti la possibile sorpresa, Juan Martin Del Potro non tradisce le attese. Negli ottavi contro Dominic Thiem gli basta vincere il primo parziale, poi un fastidio al ginocchio impedisce all’austriaco di proseguire la partita. Dopo lo spavento con Evans, Stan Wawrinka lascia per strada un altro set contro Ilya Marchenko, ma riesce a conquistare il pass per i quarti. Kei Nishikori, invece, vince più agevolmente del previsto contro il bombardiere Ivo Karlovic, ricorrendo al tie break solo nel terzo set. Nella sessione serale Andy Murray scherza con Grigor Dimitrov, lasciandogli soltanto le briciole. Lo scozzese si impone con lo score di 6-1, 6-2, 6-2.

Caroline Wozniacki, 26 anni, sembra essere rinata dopo una stagione deludente
Caroline Wozniacki sembra essere rinata dopo una stagione fin qui non esaltante

PARTE ALTA F. – Si conferma un rullo compressore Serena Williams, avanti ancora senza set persi. Questa volta la vittima è Yaroslava Shvedova, sconfitta per 6-2, 6-3. Simona Halep riesce a sbarazzarsi di dosso una temibile Carla Suarez Navarro. Continua la sua corsa la sorprendente Ana Konjuh, che dopo Lepchenko, giustizia una testa di serie come Agnieszka Radwanska. La prima volta in un quarto slam non si scorda, ancora meno se arrivata in rimonta contro una avversaria storica. Karolina Pliskova batte dopo un bel match lottato Venus Williams, dopo aver perso il primo parziale.

PARTE BASSA F. – Chi non muore si rivede. Questo il motto che accompagna ai quarti di finale Caroline Wozniacki, tornata dal nulla ad alti livelli. La danese, giocando una delle sue migliori partite stagionali, ha sconfitto una Madison Keys troppo passiva e arrendevole sotto i colpi della rivale. Riesce a ribaltare il pronostico Anastasija Sevastova, che dopo aver sconfitto Muguruza al secondo turno, si ripete sconfiggendo Joanna Konta in due set. La nostra Roberta Vinci si conferma magica sui campi di Flushing Meadows, entrando nelle prime otto dopo la finale dello scorso anno. La tarantina rischia nel primo parziale vinto al tie break, ma poi abbatte la resistenza di Lesia Tsurenko. Prosegue la stagione spettacolare di Angelique Kerber, che nel match più difficile della giornata, riesce ad avere la meglio su Petra Kvitova.

QUARTI – Oggi e domani il programma dei quarti. Ormai, entrati nella seconda settimana, si entra nel vivo dell’ultimo slam stagionale. Come sempre i due tabelloni si dividono in due giornate. Nella prima assisteremo ai match fra Djokovic-Tsonga, Pouille-Monfils, Wozniacki-Sevastova e Vinci-Kerber. Nella seconda giornata Del Potro-Wawrinka, Nishikori-Murray, Serena Williams-Halep e Konjuh-Pliskova.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *