Bacca-Niang, il Milan vola: 2-0 contro la Lazio

bacca-niang-bacca-niang

Il colombiano apre le marcature su un errore di Parolo, il francese chiude la partita su rigore. Lazio annichilita, biancocelesti mai in partita.

MILANO – Il Milan conquista la seconda vittoria consecutiva grazie all’ottima prova del duo Bacca-Niang. Il colombiano è sempre più il leader di questa squadra, che contro la Lazio, gioca una partita esemplare per concentrazione e soprattutto per la mole di gioco prodotta. La Lazio invece si ridimensiona, dopo la partita con il Pescara vinta con tre reti di scarto. I biancocelesti infatti compiono un grave passo indietro, soprattutto a livello tattico.

MILAN: UNA PARTITA(QUASI) PERFETTA –  Se analizziamo la prova dei rossoneri, possiamo dire che, certamente è stata la miglior prova con Montella in panchina. Il Milan infatti ha annullato gli avversari in ogni zona del campo, anche nel tanto criticato reparto difensivo, dove la coppia Paletta-Romagnoli ha letteralmente annullato i vari Felipe Anderson, Immobile e Keità. Ottima la prova dei due terzini, Calabria e De Sciglio, che con le loro proiezioni offensive, hanno messo in seria difficoltà la retroguardia laziale. A centrocampo, salta subito all’occhio la grandissima prova di Juraj Kucka, autore anche dell’assist sul primo goal di Bacca, mentre è positiva anche la gara di un Montolivo in versione mastino. In attacco il tridente delle meraviglie, Suso-Bacca-Niang, ha colpito ancora, nonostante la prestazione leggermente sottotono dell’esterno spagnolo. Bacca, autore di cinque reti in cinque partite, ha l’argento vivo addosso e segna alla prima occasione che gli capita. Il colombiano, in questa gara, ha giocato un enorme ruolo, anche nello sviluppo dell’azione, come dimostra l’occasione avuta da Niang su cross di Calabria, che era stato imbeccato proprio dal colombiano, con una splendida palla filtrante. L’unico dettaglio che può far storcere il naso ai tifosi, è la posizione di Jack Bonaventura, schierato in linea con Kucka e Montolivo. L’ex Atalanta infatti, è sembrato inadatto, o ancor meglio sacrificato, nel nuovo ruolo designatogli da Montella, ma appena è ritornato nel suo ruolo originale, in posizione decisamente più avanzata, si è reso subito pericoloso. Sarà un caso?

LAZIO: COSI’ NON VA BENE – Da dove cominciare? Squadra che è apparsa visibilmente stanca, sia fisicamente che psicologicamente. Tatticamente disordinata, la squadra di Inzaghi non è mai stata in partita, complici anche le disattenzioni di una difesa a tratti disastrosa, e di un centrocampo incapace di creare occasioni, ma soprattutto di fare filtro in mezzo al campo. Infatti nella serata di ieri si è passati dalle amnesie di Bastos, fin qui inadatto a questi livelli, alla continua perdita di palloni, da parte della mediana laziale. In attacco c’è da ritrovare uno spento Immobile, che dimostra ancora una volta, la sua mancanza di cattiveria sottoporta. Infatti l’attaccante napoletano, anche ieri ha sbagliato un clamorosa occasione nel finale di partita, e se pensiamo alla gara precedente, contro il Pescara, notiamo che, sì Ciro ha segnato, ma prima ha sbagliato almeno quattro nitide occasioni. Per non parlare poi di Djordjevic, completamente avulso dal gioco, e totalmente ininfluente per tutta la gara. La colpa poi è anche di Inzaghi, reo di aver preferito il serbo, ad un Keità in ottima forma. Domenica si torna già in campo e servirà una grande prestazione per provare a cambiare subito registro.

IL MIGLIORE: Carlos BACCA – Letale, semplicemente letale. Sfrutta l’occasione avuta, e sale al primo posto della classifica marcatori con 5 goal in 5 partite. Con lui il Milan può volare.

IL TABELLINO CON I VOTI

MILAN-LAZIO 2-0 (0-0)

Marcatori: 37’ Bacca, 74′ rig. Niang

Milan (4-3-3): Donnarumma 6; Calabria 6.5 , Paletta 7 , Romagnoli 6.5 , De Sciglio 6.5; Kucka 6.5, Montolivo 6,    Bonaventura 6 (83’ Honda); Suso 5.5(68’ Locatelli 6), Bacca 7.5 (87′ Gomez), Niang 7 Allenatore: Montella

Lazio (3-5-2): Strakosha 6; Bastos 5 (46’ Felipe Anderson 5.5), de Vrij 6, Radu 5; Basta 5.5, Parolo 4.5 , Cataldi 5.5  (77’Luis Alberto), Milinkovic 6, Lulic 5.5 ; Djordjevic 5 (46’ Keita 6), Immobile 5.5  Allenatore: Inzaghi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *