Lione-Juventus 0-1 : una juve guerriera espugna il parc OL

Foto LaPresse - Daniele Badolato18/10/2016 Lione ( Francia )Sport CalcioLyon - JuventusChampions League 2016 2017 - Gironi di qualificazione Matchday 3Nella foto: Gianluigi BuffonPhoto LaPresse - Daniele Badolato18 October 2016 Lyon ( France )Sport SoccerLyon - JuventusChampions League 2016 2017 - Group Stage Matchday 3In the pic: Gianluigi Buffon
Foto LaPresse - Daniele Badolato18/10/2016 Lione ( Francia )Sport CalcioLyon - JuventusChampions League 2016 2017 - Gironi di qualificazione Matchday 3Nella foto: Gianluigi BuffonPhoto LaPresse - Daniele Badolato18 October 2016 Lyon ( France )Sport SoccerLyon - JuventusChampions League 2016 2017 - Group Stage Matchday 3In the pic: Gianluigi Buffon

Vincere è l’unica cosa che conta. Lo hanno capito bene i giocatori della Juventus che nonostante abbiano espresso un gioco non spettacolare dal punto di vista estetico hanno dimostrato una compattezza straordinaria, riuscendo a battere il Lione grazie a un lampo di uno straordinario Cuadrado. Da sottolineare però la piramidale importanza delle parate di Gigi Buffon,che dopo le eccessive critiche subite in settimana zittisce nuovamente tutti,parando un rigore e compiendo due autentici miracoli,il tutto quando il risultato era ancora sullo 0-0.

Primo tempo: Parte subito all’attacco la squadra di Allegri che già al 5′ minuto si rende pericolosa con una conclusione da fuori di Higuain, la palla però sorvola di poco la traversa. Pochi minuti più tardi è ancora la Juventus  a sfiorare il vantaggio, Bonucci in mischia conclude a botta sicura verso la porta ma la schiena di Khedira impedisce al pallone di giungere in rete. Dopo aver subito l’assalto iniziale i padroni di casa si sistemano meglio in campo e la Juventus fatica notevolmente a trovare la via del gol e la partita viene giocata a ritmi bassi. Al 34′ viene fischiato un calcio di rigore a favore dei padroni di casa dopo una trattenuta in area di Bonucci su Diakhaby, Buffon ha l’occasione di rispondere a tutte le critiche subite in settimana e non se la fa scappare, parando il rigore calciato da Lacazette. Poco prima del rientro negli spogliatoi la Juventus sfiora nuovamente il gol del vantaggio,  cross perfetto di Dani Alves e Bonucci manda a lato di un soffio. Termina così sullo 0-0 il primo tempo.

Secondo tempo: Sta volta è il Lione a partire all’attacco, al 50′ un errore di Dani Alves lancia Tolisso,sulla cui conclusione mancina Buffon compie un vero e proprio miracolo,parando il tiro,che tra  l’altro era anche stato deviato, con la mano di richiamo. La svolta del match arriva al 54′ minuto, quando Lemina viene espulso per somma di ammonizioni e lascia la Juventus in 10. Da qui in avanti i bianconeri paradossalmente riescono a far circolare meglio il pallone ma il Lione continua a essere pericoloso e al 70′ Buffon compie il terzo miracolo della serata parando un colpo di testa di Tolisso praticamente a ridosso della linea di porta. La Juventus però non molla,rimane compatta e fa circolare la palla in attesa di trovare uno spiraglio e al 76′ passa in vantaggio grazie a un gol strepitoso di Cuadrado che punta Morel sulla destra e sorprende Lopes con una conclusione improvvisa sul primo palo. Nell’ultimo quarto d’ora il Lione tenta il forcing finale ma la Juventus,in 1o,dimostra una compattezza straordinaria e riesce a respingere l’assalto dei francesi.

I campioni d’Italia riescono quindi a portare a casa 3 punti di fondamentale importanza per il passaggio del girone, i bianconeri sono al momento primi a pari punti con il Siviglia.

Migliore in campo Sportmain: Buffon – Prestazione da alieno quella del numero 1 bianconero. Chiude la saracinesca e mantiene a galla la Juventus con una ”tripletta” di interventi miracolosi.

TABELLINO

LIONE-JUVENTUS 0-1
(primo tempo 0-0)
MARCATORE: Cuadrado al 31′ s.t.
LIONE (3-5-2) Lopes; Yanga-Mbiwa (dal 37′ s.t. Ghezzal), Nkolou, Diakhaby; Rafael, Darder (dal 19′ s.t. Ferri), Gonalons, Tolisso, Morel; Lacazette (dal 26′ s.t. Cornet), Fekir.
All. Genesio.
JUVENTUS (3-5-2) Buffon; Barzagli, Bonucci, Evra; Dani Alves (dal 38′ s.t. Benatia), Khedira (dal 30′ s.t. Sturaro), Lemina, Pjanic, Alex Sandro; Higuain, Dybala (dal 24′ s.t. Cuadrado).
All. Allegri
ARBITRO: Marciniak
ESPULSI: Lemina (J)
AMMONITI: Bonucci (J), Rafael (L), Darder (L), Lacazette (L), Diakhaby (L), Ferri (L)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *