Clamoroso a Marassi! Il Genoa Batte il Milan 3-0

ninkovic

Goleada rossoblu nell’anticipo della decima giornata, i padroni di casa sfoderano una prestazione eccezionale annichilendo i rossoneri. Per il Milan una brutta battuta d’arresto.

GENOA – Ninkovic, autogol Kucka, Pavoletti: così il Genoa ha battuto il Milan. La squadra di Juric ha meritato la vittoria, dopo una partita perfetta in tutti i reparti, facendo valere l’esperienza, contro la classe dei rossoneri. La squadra di Montella dovrà subito riprendersi, per dimostrare di non essere un fuoco di paglia, e soprattutto Bacca deve ritrovare la via del goal. Il colombiano infatti è apparso fuori condizione e il Milan ha un bisogno disperato della sua miglior versione.

GENOA: SI SOGNA L’EUROPA – Difesa solidissima quella genoana, la seconda migliore in Italia. Juric ha il merito di aver rivitalizzato Munoz (tornato ai suoi livelli migliori), ma soprattutto Edenilson, che dopo la brutta avventura ad Udine, è ritornato a Genoa, e sta giocando con continuità fornendo ottime prestazioni. Burdisso oramai è una certezza, e si sta confermando colonna della squadra. Izzo, invece è quello col rendimento più altalenante, ma è giovane e compensa i suoi limiti in esperienza con una cattiveria agonistica che giova moltissimo ai rossoblu. Passando al centrocampo troviamo il (graditissimo) ritorno del “General” Rincon, affiancato da un Miguel Veloso regista, che per ora se la cava bene. Aggiungete a questo gruppo solido, uno dei migliori portieri italiani, Perin e un esterno di qualità come Laxalt, giocatore infaticabile che sta facendo la fortuna di Juric. E poi c’è lui: Leonardo “Pavoloso” Pavoletti, che è ufficialmente rientrato, e anche col botto. Con questa autentica macchina da goal il Genoa si contende con il Torino il ruolo di rivelazione del campionato. Aspettando magari anche la definitiva esplosione, di quel diamante grezzo di nome Ocampos, del quale si dicono meraviglie ormai da anni. E’ giunto il momento, per il Genoa, di fare quel salto di qualità che Preziosi auspica da molto tempo.

pavoletti-esulta-genoa-maggio-2015-ifa-630x415

MILAN: UNA SCONFITTA CHE RIDIMENSIONA? – Francamente nessuno si aspettava un blackout del genere dalla squadra di Montella. Soprattutto dopo l’impresa contro la Juve, frutto anche di una fila di gare con vittorie e soprattutto, prestazioni convincenti contro Chievo Sassuolo e Lazio. E’ una sconfitta che stride con le dichiarazione di Montella nel postpartita contro la Juve, nel quale, l’allenatore chiedeva ai giocatori di << “Restare con i piedi per terra”>>, di non rilassarsi. Ecco, ieri il Milan ha commesso quest’errore, rendendosi poco pericoloso, ma soprattutto producendo un gioco sterile. Bisogna dire che l’espulsione di Paletta ha condizionato inevitabilmente il match, ma il Milan, anche in undici uomini è apparso stanco, senza idee. Per non parlare di Bacca, che ieri è sembrato appannato, macchinoso e fuori forma. Il Milan ha bisogno del bomber colombiano come ha bisogno di dimenticare questa sconfitta, e pensare subito alla partita contro il Pescara, per non compromettere il grandissimo lavoro fatto prima.

ROME, ITALY - MAY 21:  Carlos Bacca of AC Milan reacts during the TIM Cup final match between AC Milan and Juventus FC at Stadio Olimpico on May 21, 2016 in Rome, Italy.  (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

IL MIGLIORE: PAVOLETTI Leonardo: Entra, causa l’autogol e segna. Un graditissimo ritorno per il Genoa, e per la Serie A.

GENOA-MILAN 3-0 (1-0)

Marcatori: 11′ Ninkovic, 80′ Kucka (A), 86′ Pavoletti

GENOA (3-4-3): Perin 6; Izzo 6, Burdisso 6.5, Munoz 6.5; Edenilson 6 (78’ Fiamozzi), Veloso 6, Rincon 6.5 , Laxalt 6; Rigoni 6.5 , Ninkovic 7 (54’ Lazovic 6), Simeone 6 (67’ Pavoletti 7.5) Allenatore: Juric

MILAN (4-3-3): Donnarumma 6; Poli 5, Paletta 4.5, Romagnoli 5.5, De Sciglio 5.5; Kucka 5, Locatelli 6, Bonaventura 6; Honda 5 (62’Luiz Adriano 5.5), Bacca 5 (58’ Gomez 5.5), Niang 5.5 (70’ Suso 6) Allenatore: Montella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *