L’Inter ritrova il sorriso con Icardi, piegato un Torino sottotono: 2-1 a San Siro

MILANO – Dopo tante sconfitte, l’Inter trova tre punti fondamentali e forse anche un po’ di fiducia. A farne le spese è un Toro fiacco e distratto, a cui non basta il bel gol di Belotti per portare a casa almeno un pareggio. Il 2-1 finale consacra Icardi sempre più leader della squadra malgrado gli screzi con tifosi e dirigenza, e porta i ragazzi di De Boer al decimo posto con 14 punti. I ragazzi di Mihajlovic restano invece a quoeta 15 e scivolano al settimo posto.

PRIMO TEMPO: IL TORO NON GIOCA E L’INTER PASSA CON ICARDI – Parte forte l’Inter che schiaccia gli ospiti nella propria trequarti. Al 3’ bell’inserimento di Joao Mario che prova dalla distanza ma manda fori. All’11’ Eder crossa da sinistra per Candreva che batte al volo ma manda sull’esterno della rete. Si vedono poi Icardi e ancora Eder, ma il primo viene rimontato da Barreca e il secondo spara alto. Il primo tiro granata arriva solo al 26’ con un tentativo peraltro velleitario di Acquah dalla distanza. L’Inter torna in avanti e passa al 35’: filtrante centrale per Icardi, Hart esce in presa bassa ma non trattiene, il pallone carambola sui piedi dell’argentino e poi in rete. I granata provano a reagire, ma producono poco e sprecano molto. Unico sussulto nel recupero: Ljajic a terra e punizione dal limite, che il serbo però tira sulla barriera.

SECONDO TEMPO: BELOTTI IMPATTA… – Al rientro dagli spogliatoi Mihajlovic tenta di scuotere i suoi mettendo Maxi Lopez per Iago Falque e spostando Ljajic da trequartista. La mossa non produce gli effetti sperati: al 4’ l’Inter va vicinissima al raddoppio con Brozovic che manda fuori di poco. Al 10’ ci prova Eder ma la mira è sballata. Il Toro guadagna terreno ma pecca di incisività, così l’inter di De Boer non corre grossi rischi anche se al 16’ i granata reclamano per una trattenuta di Massa su Maxi Lopez. Un minuto dopo la svolta: Brozovic impegna severamente Hart,  sul contropiede pasticciano Ansaldi e Murillo, Belotti ringrazia e scaglia la sfera sotto la traversa per l’1-1.

…POI ICARDI COLPISCE ANCORA – L’Inter però vuole vincere e si ributta in avanti: al 21’ la fortuna non è con i nerazzurri, con Candreva che crossa, Icardi che fa da sponda e Brozovic che ad un metro dalla porta centra la schiena di Moretti. Candreva ci prova in un altro paio di occasioni, ma Hart e l’imprecisione gli negano il gol. L’ultimo quarto d’ora è tiratissimo, con ribaltamenti di fronte continui. Al 42’ però Icardi riceve dalla sinistra, Rossettini lo lascia girare, così l’argentino di destro fulmina Hart: 2-1. Il Toro non ha le forze per reagire, anche perché nel finale perde Ljajic e rimane in dieci. L’Inter vince sfruttando al meglio il suo bomber, il Toro paga le distrazioni difensive.

 

INTER-TORINO 2-1
Marcatori: Icardi (I) al 35′ p.t.; Belotti (T) al 18′, Icardi (I) al 43′ s.t.

INTER (4-3-3): Handanovic 6; Ansaldi 6.5, Miranda 5.5, Murillo 5.5, Nagatomo 6; Brozovic 6.5, Joao Mario 6.5, Banega 6.5; Candreva 6.5, Icardi 7.5, Eder 6 (Palacio dal 29′ s.t. 6). (Carrizo, Andreolli, Ranocchia, Santon, D’Ambrosio, Miangue, Yao, Gnoukouri, Perisic, Gabriel Barbosa, Jovetic). Allenatore: De Boer.

TORINO (4-3-3): Hart 5.5; Zappacosta 5.5, Rossettini 5.5, Moretti 5.5, Barreca 5.5; Acquah 5 (dal 14′ s.t. Benassi 5.5), Valdifiori 5.5, Obi 5 (dal 31′ s.t. Baselli 5.5); Iago Falque 5 (dal 1′ s.t. Maxi Lopez 6), Belotti 6.5, Ljajic 5 (Padelli, Cucchietti, Bovo, Ajeti, Lukic, De Silvestri, Vives, Martinez, Boyé). Allenatore: Mihajlovic.

ARBITRO: Massa di Imperia.

NOTE: spettatori 36.446. Ammoniti Valdifiori (T), Maxi Lopez (T), Benassi (T) e Belotti (T) per gioco scorretto. Recuperi: 2’ p.t.; 3’ s.t.

 

ICARDI 7.5 (MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN) – A parte i due gol combina poco, ma il voto è un giusto riconoscimento al suo impatto sulla partita ed alla sua capacità di sfruttare le incertezze della difesa granata.

.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *