Samsung Gear Volley Cup, ottava giornata: : Bergamo soffre ma resta al comando! Casalmaggiore espugna Modena, Firenze gela Busto Arsizio.

Conferme e sorprese nell’ottava giornata d’andata del massimo campionato di volley femminile. La capolista Bergamo si salva al tie-break contro un volitivo Club Italia mentre Casalmaggiore rimonta due set di svantaggio e passa a Modena conservando il secondo posto. Busto Arsizio crolla in casa contro Firenze e viene scavalcato da Conegliano, vittorioso contro Montichiari, e Scandicci che soffre fino al quinto contro Bolzano. Bene Novara, in salita al sesto posto, grazie al successo a Monza.

LIU JO NORDMECCANICA MODENA - POMI CASALMAGGIORE CAMPIONATO VOLLEY SERIE A1-F 2016-2017 MODENA 02-12-2016 FOTO CLAUDIO CAVALLI / LVF
Anastasia Guerra in attacco, la giovane banda rosa è stata l’mvp del match tra Modena e Casalmaggiore

QUATTRO – Si chiude con quattro punti la settimana della Liu Jo Nordmeccanica Modena, che sotto la nuova guida tecnica di coach Gaspari, ha vinto in tre set il recupero contro la Saugella Team Monza e si è arresa solo al tie-break contro la Pomì Casalmaggiore. Nel big match di sabato avvio equilibrato di partita con Ozsoy che risponde allo 0-3 iniziale e Brakocevic dà il via al primo break 7-5. L’ace di Lloyd riporta in vantaggio le casalesi sull’11-13, ma ci pensano Heyrman ed Ozsoy a muro ad impattare sul 15-15. Il finale di set è modenese, Brakocevic con due attacchi ed un ace realizza il break decisivo per il 21-18, Heyrman a muro porta le sue sul 23-19 ed un mani out di Ozsoy pone fine al set (25-21). Il secondo parziale è aperto da Stevanovic, a segno a muro e in primo tempo, le risponde Ozsoy che coadiuvata dalle fast di Heyrman tiene Modena avanti 13-10. Casalmaggiore non ci sta e con Bosetti e Fabris realizza un break di sei punti per il 13-16. Modena ricuce la distanza con l’ingresso di Caterina Bosetti 17-18, le rosa provano ad allungare nuovamente sul 19-22 con due errori della Liu Jo ma la pipe di Ozsoy e Brakocevic pareggiano 22-22. Fabris riporta avanti le sue, C. Bosetti impatta, sono quindi la banda turca ed Heyrman a sigillare il set e portare la Liu Jo sul 2-0 (27-25). Da questo momento la partita cambia completamente volto, trascinata da Guerra e Fabris la Pomì vola sul 10-19. Gaspari mescola le carte inserendo tutta la panchina e la Liu Jo si riporta sotto 14-19. Heyrman si fa sentire a muro per il -4 (17-21). Ma ancora Fabris ed una pipe di Guerra riaprono la partita. Nel quarto la musica non cambia, le padrone di casa resistono fino al 7-11 con la diagonale di Ozsoy, poi il turno a servizio di Stevanovic (due ace) spezza l’equilibrio, il muro di Gibbemayer sigilla il massimo vantaggio 7-19. La banda turca è l’ultima a mollare, ma il distacco è troppo ampio e l’esito del match rinviato al quinto. L’avvio del tie-break è la fotocopia del parziale appena concluso, Bosetti realizza due mani out e Gibbemayer mura Brakocevic per lo 0-3, la doppietta di Ozsoy dà respiro a Modena, ma prima Guerra poi il muro e la fast di Stevanovic portano le squadre al cambio campo sul 4-8. Ci prova Marcon da quattro, le risponde Fabris, che poi si fa murare da Ferretti e sbaglia 8-10. E’ l’ultimo sussulto di Modena, Gibbemayer ed una sensazionale Guerra tengono a distanza le padrone di casa. La chiude l’ex Fabris con un ace. Mvp del match è risultata Guerra miglior marcatrice con 27 punti ed il 53% offensivo, bene Fabris con 23 e Stevanovic con 15 (67%, 4 muri e 3 ace). Tra le padrone di casa non basta una mai doma Ozsoy a quota 20, sottotono Brakocevic che chiude con 13.

CONFERMA – Conquista la seconda vittoria consecutiva l’Igor Gorgonzola Novara vittoriosa in quattro set sul campo della Saugella Team Monza. Perso in volata il primo set le piemontesi registrano il servizio (6 ace a 1) e con un attacco più incisivo (46% a 28%) non lasciano scampo alle padrone di casa. Decisive per il successo la costanza di Barun 23 punti (47% in attacco) e Piccinini 17 (50% offensivo) e l’esplosività di Plak 17 (47%). Monza porta in doppia cifra la sola Smirnova a quota 11.

FIRENZE ESULTA CLUB ITALIA CRAI - IL BISONTE FIRENZE CAMPIONATO VOLLEY SERIE A1-F 2016-2017 BUSTO ARSIZIO (VA) 30-10-2016 FOTO FILIPPO RUBIN / LVF
Firenze festeggia l’impresa a Busto Arsizio

DOMINIO – Grande impresa de Il Bisonte Firenze che gioca la partita perfetta ed espugna per 0-3 il campo della Unet Yamamay Busto Arsizio. Le toscane dopo l’impresa di Novara si ripetono e battono un’altra big in trasferta. Vinto abbastanza agevolmente il primo parziale, Firenze non accusa il rientro delle padrone di casa e nel finale si aggiudica il primo punto della sfida. Il terzo set è quasi una formalità ed Il Bisonte se lo aggiudica 25-11. Ottima prestazione di squadra dove le migliori realizzatrici sono risultate Sorokaite e Bayramova entrambe a 14, tra le bustocche la sola Diouf in doppia cifra con 13.

TESTA-CODA – Regala spettacolo il match tra prime della classe e fanalino di coda, dove a spuntarla, non senza fatica, sono le padrone di casa della Foppapedretti Bergamo costrette al tie-break dalle giovani azzurre del Club Italia. Partita combattuta in avvio con il primo set che si chiude ai vantaggi per le ospiti. Nel secondo sulle ali dell’entusiasmo le ragazze del Club Italia spingono sull’acceleratore e si regalano lo 0-2. Bergamo non ci sta ed entra prepotentemente in partita dominando il terzo parziale. Il quarto è combattuto punto a punto e le ospiti arrivano ad avere due match point consecutivi, non sfruttata l’occasione Bergamo le punisce 31-29. Nel tie-break regna ancora l’equilibrio ed è qui che esce la maggior esperienza delle padrone di casa che non fanno sconti e si portano a casa il successo conservando il primato. Lo Bianco porta in doppia cifra quattro attaccanti Skowronska con 23, Gennari, entrata dalla panchina, con 20 (57% offensivo), Guiggi con 17 (78%) e Partenio con 14. Al Club Italia non basta la solita Egonu oggi a quota 35 (con il 52%) ed una buona Perinelli a 16, bene anche Botezat con 12 (6 muri).

TERZO POSTO – Al termine di due sfide equilibrate si trovano appaiate al terzo posto Imoco Conegliano e Savino Del Bene Scandicci. Le venete si sono imposte sul campo della Metalleghe Montichiari al quarto set. Le padrone di casa hanno tenuto testa alle campionesse d’Italia lottando per quasi tre set alla pari, ma alla fine di sono dovute arrendere proseguendo nel loro momento negativo. Non sono bastate cinque giocatrici in doppia cifra dove le migliori sono risultate Malagurski con 19 punti e Nikolic con 13. Per Conegliano ancora decisiva De Kruijf con 18 (62% offensivo) ed ottimo ritorno da titolare per Folie con 17 (56%), chiude con 16 Ortolani.

8-imoco
Conegliano festeggia la conquista del terzo posto

Ha dovuto soffrire per più di due ore Scandicci che si è aggiudicata al tie break la sfida contro il Sudtirol Bolzano. Le ospiti si sono portate in vantaggio aggiudicandosi un equilibrato primo set, poi le toscane hanno vinto in rimonta il secondo e dominato il terzo. Nel quarto la partita sembrava conclusa, ma Scandicci non ha sfruttato i tre match point a favore e ha perso il set ai vantaggi. Nel quinto però non c’è mai stata storia e la Savino si è portata a casa i due punti. Ottima prova di Zago (subentrata dalla panchina) mvp con 23 punti, a quota 16 ha chiuso Meijners (ben 6 muri!), tra le ospiti spiccano ancora Papa con 20 e Bartsch con 17.

Recupero 6^ giornata:

Saugella Team Monza- Liu Jo Nordmeccanica Modena 0-3 (19-25 25-27 24-26)

Risultati 8^ giornata:

Liu Jo Nordmeccanica Modena – Pomì Casalmaggiore 2-3 (25-21 27-25 18-25 15-25 10-15)

Saugella Team Monza – Igor Gorgonzola Novara 1-3 (25-22 21-25 10-25 17-25)

Metalleghe Montichiari – Imoco Volley Conegliano 1-3 (17-25 29-31 25-22 19-25)

Savino del Bene Scandicci – Sudtirol Bolzano 3-2 (21-25 25-21 25-17 27-29 15-10)

Foppapedretti Bergamo – Club Italia 3-2 (25-27 15-25 25-15 31-29 15-12)

Unet Yamamay Busto Arsizio – Il Bisonte Firenze 0-3 (19-25 22-25 11-25)

Classifica: Bergamo 20, Casalmaggiore 19, Conegliano 17, Scandicci 17, Busto Arsizio 16, Novara 14, Firenze 11, Modena 10, Bolzano 8, Monza 6, Montichiari 3, Club Italia 3.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *