Tennis, Australian Open: Rafael Nadal respinge l’assalto di Monfils. Vincono Raonic e Pliskova. Volano Konta e Serena Williams

MELBOURNE – La giornata forse con meno colpi di scena degli Australian Open si conclude con la vittoria di Nadal su Monfils. Goffin e Dimitrov fermano la corsa di Thiem e Istomin. Raonic con fatica supera Bautista Agut. Nel femminile agevoli i successi per Konta e Serena Williams, ora avversarie ai quarti. Sempre in due set, vittorie per Pliskova e Lucic-Baroni, tornata così in alto in uno slam dopo 18 anni.

dimitrov
Grigor Dimitrov, 25 anni, ritorna ad essere uno dei protagonisti del grande tennis

FATICA – Sarà la sfida fra David Goffin e Grigor Dimitrov il quarto di finale più incerto del primo slam stagionale. Il tennista belga ha superato in quattro set la giovane promessa Dominic Thiem, capace di reggere il confronto contro il suo avversario solo per i primi due parziali. Goffin dopo aver perso il primo per 7-5 e sudato per ottenere il secondo (7-6), si è sciolto e con un doppio 6-2 si è portato a casa la vittoria. Lo stesso andamento per il suo prossimo rivale, Dimitrov, che si è imposto su Denis Istomin dopo aver faticato tanto nei primi due set. L’uzbeco si è meritato alla grande il primo parziale (6-2), ma la sconfitta di misura al tie break del secondo ha spento i sogni del 30enne, che si è dovuto arrendere anche ai guai fisici. Con l’avversario in seria difficoltà, il bulgaro non si è fatto pregare, guadagnandosi l’approdo nei primi otto del torneo. Il canadese Milos Raonic ha dovuto sudare parecchio per scrollarsi di dosso Roberto Bautista Agut, che disputa tre set alla grande. Lo spagnolo butta via un enorme vantaggio nel tie break del primo set (da 5-1 a 6-8), nel secondo è bravo a riprendersi (6-3), mentre nel terzo non sfrutta tre palle break nel nono game che l’avrebbero mandato a servire per il set. Qui finisce la sua partita e comincia quella in discesa di Raonic, che si impone per 6-4, 6-1. Nell’ultimo match di giornata sulla Rod Laver Arena Rafael Nadal respinge l’assalto di Gael Monfils, entrato in partita troppo tardi per compiere l’impresa. Il maiorchino vince agevolmente i primi due set, poi resiste al ritorno del francese che arriva fino al 4-3 e 30-0 nel quarto parziale per poi spegnersi definitivamente. Lo spagnolo ringrazia, vince, e torna in un quarto slam che mancava dal Roland Garros 2015.

DUE SET – Come nella giornata di ieri, anche oggi tutte le partite degli ottavi si sono concluse in due set. Karolina Pliskova ha rispettato il pronostico contro Daria Gavrilova, imponendo il proprio gioco e aggredendo la sua avversaria fin dalla battuta. La ceca passa con un duplice 6-3 e ora è favorita nel quarto contro Mirjana Lucic Baroni che a sua volta ha superato la qualificata Jennifer Brady per 6-4, 6-2. La 34enne croata non arrivava così lontano in uno slam dal 1999, quando raggiunse la semifinale a Wimbledon. Una delle giocatrici più in forma del momento è sicuramente Johanna Konta, che dopo il successo di Sydney, continua la sua cavalcata anche a Melbourne. La britannica ha estromesso dal torneo Ekaterina Makarova con il punteggio di 6-1, 6-4 e ora darà vita ad un incontro che si preannuncia infuocato con Serena Williams. La più piccola delle sorelle americane si è imposta per 7-5, 6-4 su Barbora Strycova, superando l’ennesimo ostacolo scomodo del suo cammino. Serena non si è fatta intimorire e dopo aver eliminato avversarie del calibro di Bencic e Safarova, si regala l’ennesimo quarto slam di una carriera che sembra non voler finire mai.

QUARTI – Da domani si entra nel vivo di questi Australian Open, con la prima parte dei quarti di finale. Si partirà all’1 (orario italiano) con Venus Williams-Pavlyuchenova, poi alle 3 Vandeweghe-Muguruza, mentre per i maschi alle 4.30 Wawrinka contro Tsonga e alle 9 Mischa Zverev e Federer chiuderanno il programma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *