Tennis, Australian Open: Serena Williams torna regina a Melbourne. In finale battuta la sorella con un doppio 6-4.

MELBOURNE – Serena Williams torna regina per la settima volta agli Australian Open (2003, 2005, 2007, 2009, 2010, 2015 e ora 2017) battendo nella finale tutta in famiglia, la seconda a Melbourne dopo il 2003, la sorella Venus, piegata per 6-4 6-4 in un’ora e 22 minuti. Serena conquista il 72° torneo in carriera senza perdere nemmeno un set, supera l’americana Graf nel computo degli Slam vinti, 23 a 22, e si porta a una lunghezza dalla primatista Margaret Court.

V e S Williams
Serena e Venus Williams con i trofei degli Australian Open 2017

PARTITA – Parte Venus al servizio, ma Serena è subito aggressiva con due palle break, è subito 1-0. Nel secondo game Serena sbaglia un paio di dritti semplici e Venus arriva al vantaggio esterno e all’1-1. Nel game successivo ancora in difficoltà Venus, che tira comunque un paio di bei vincenti, con Serena nervosa che si prende un warning. Si arriva comunque ai vantaggi, Serena si procura tre palle break, e alla fine conquista il break del 2-1. Nel quarto game, sempre ai vantaggi, Serena è tradita dal servizio (2-2, con due doppi falli). Dopo quattro break su quattro game disputati, le giocatrici devono ancora entrare in partita in termini di aggressività e cattiveria agonistica. Finalmente tiene la battuta Venus e sale 3-2, con Serena che inizia a spingere bene con la battuta, tiene a 30 e siamo 3-3. Nel settimo game un doppio fallo di Venus e un paio di gran colpi di Serena costano alla prima il 30-40 e il terzo break su quattro turni di battuta (4-3). Serena si salva da 0-30 con il servizio e il dritto e sale 5-3, mentre Venus continua a sbagliare molto. Riesce a tenere il servizio spingendo bene Venus, accorciando sul 5-4, ma Serena con due ace consecutivi tiene a zero il game di servizio e chiude il primo set per 6-4 in 42 minuti.

SECONDO SET – Riparte Venus al servizio, tiene a 15 con un bel lungolinea anticipato di rovescio (1-0). Serena non demorde e tiene anche lei a 30 per l’1-1, poi arrivano tre palle break consecutive sullo 0-40 sul servizio Venus, che è brava a reagire, recupera e sale 2-1. Continua a spingere Serena, commette il quarto doppio fallo della partita, Venus spara sul nastro un attacco, e siamo 2-2. Bene Venus a 15 per il 3-2, senza problemi Serena pareggia 3-3. Nel settimo game Serena aumenta il ritmo, va 30-40 e palla break e alla terza occasione entra cattiva con la risposta in diagonale di rovescio e trova il break che la manda avanti 4-3. Qui la svolta del match, con Serena che in un attimo arriva sul 5-3, con il clima della Rod Lever Arena che inizia a scaldarsi. Venus tiene senza patemi il servizio in mezzo alle urla del pubblico e si arriva al game del verdetto. Prima attacca Venus (0-15), poi il servizio vincente di Serena (15-15), poi ancora uno scambio potente a tutto braccio vinto da Venus (15-30). Un doppio errore della sorella maggiore e un attacco di Serena valgono il successo finale del primo slam stagionale (6-4).

NUMERI – I numeri di Serena sono sempre più pazzeschi, arriva il 23esimo Slam di una carriera fenomenale. La Williams ritorna la numero uno del mondo, grazie al torneo numero 72 conquistato dal 1997 ad oggi.

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.