Samsung Gear Volley Cup, quattordicesima giornata: Casalmaggiore e Conegliano insuperabili, Modena esulta contro Scandicci, vola Novara

Continua il duello a distanza tra Casalmaggiore e Conegliano che superano in tre set Bolzano e Monza e conservano rispettivamente il primo e secondo posto. La più diretta inseguitrice è sempre Novara che, superando nettamente Bergamo nel big match, si porta a quattro punti di distanza sulle orobiche. Al quinto posto resta Busto Arsizio nonostante il passo falso a Montichiari. Modena batte Scandicci e si porta a soli due punti dal sesto posto. Bene Firenze che supera il Club Italia.

14 liu jo
La Liu Jo Nordmeccanica conquista un successo pesante contro Scandicci

TIE-BREAK – Dopo un’altalena di emozioni conquista la seconda vittoria consecutiva in campionato la Liu Jo Nordmeccanica Modena che supera al tie-break la Savino del Bene Scandicci, portandosi a due punti dalle toscane. Partita dai tre volti quella andata in scena al Pala Panini. Nei primi due set le padrone di casa, scese in campo senza Ozsoy, dominano le ospiti con un’ottima prestazione corale dove spiccano i 10 punti a testa di Brakocevic e Bosetti e gli 8 di Heyrman, tra le ospiti si mette in luce la sola Adenizia a segno per 10 volte. Il terzo set è lottato punto a punto, Chiappafreddo sostituisce Havlikova, Cruz ed Arrighetti con Zago, Loda e Crisanti ed è proprio dalla panchina che Scandicci ritrova la forza di riaprire la sfida. La Liu Jo gioca comunque un buon set ed arriva a giocarsi il parziale ai vantaggi, annulla quattro set point, ma alla quinta occasione il settimo punto di Loda nel set allunga la partita. Il quarto parziale è equilibrato fino al 13-16, poi Scandicci incrementa fino a cinque punti il proprio vantaggio e rinvia l’esito del match al quinto. Nel tie break parte meglio Modena con Brakocevic a segno in attacco e battuta ed un’ispirata Ferretti che mura Havlikova e realizza lo slash dell’8-3. Con gli ace di Loda Scandicci si rifà sotto e si porta a meno uno. Heyrman e Belien rispondono a Meijners e sull’11-11 tre attacchi di Brakocevic avvicinano Modena alla vittoria, Zago ed un errore in attacco annullano i primi due, ma sul 14-13 Adenizia serve in rete e la Liu Jo può festeggiare la vittoria di un big match anche in campionato. Decisive per l’esito del match i 23 di Brakocevic (43% offensivo) ed i 20 di Bosetti (51%), bene Heyrman con 16 (61% e 3 muri). Tra le ospiti in evidenza Adenizia a segno per 20 volte (60% e ben 10 muri!) e Loda e Meijners entrambe a quota 16.

SALVEZZA – Conquista tre punti pesanti in chiave salvezza la Metalleghe Montichiari che supera in tre set un’acciaccata Unet Yamamay Busto Arsizio, priva di Stufi e della lungodegente Vasilanthonaki. Le padrone di casa ne approfittano e giocano la loro miglior partita della stagione, dominando in tutti i fondamentali (10 muri a 4 e 3 ace a 0) ed attaccando e ricevendo meglio. Decisiva per il successo l’ottima prova di Malagurski a segno per 20 volte con il 49% offensivo, 10 punti per Gioli con 3 muri. Tra le ospiti ci prova solo Diouf capace di realizzare ben 26 punti in tre set.

Porta a casa due punti importanti anche Il Bisonte Firenze che si impone al tie-break contro un sempre combattivo Club Italia, le ragazze di Lucchi vanno vicine al colpaccio ma nel finale di match pagano la minor esperienza. Sfida abbastanza veloce con i set dispari dominati dalle padrone di casa e gli altri due dalle ospiti. Il tie-break è lottato punto a punto con il Club Italia in vantaggio fino all’11-12 prima del decisivo break delle toscane. Bechis porta in doppia cifra tutte le sue attaccanti tra le quali spicca Sorokaite con ben 28 sigilli ed il 48% in attacco, bene anche Calloni con 16 ed il 57%. Tra le ospiti ancora immensa Paola Egonu, autrice della seconda miglior prova stagionale, con 37 punti ed il 54%.

PERFEZIONE – Era uno dei big match di giornata quello tra Igor Novara e Foppapedretti Bergamo, ma le padrone di casa lo hanno reso quasi una formalità, chiudendo i giochi per 3-0 in 1 ora e 6 minuti di gioco e conquistando il nono successo consecutivo. Troppo il divario in attacco (52% a 24%) con la difesa dell’Igor che si è superata e ha concesso solo 25 punti alle avversarie. Decisive per l’esito favorevole del match le grandi ex di turno Barun e Piccinini, l’opposta croata con 17 punti ed il 60% in attacco, il capitano novarese a segno per 12 volte ed il 63% in ricezione perfetta. Bergamo paga la pesante assenza di Skowronska, sostituita da Sylla nei primi due set e da Guiggi nel terzo (con Paggi in campo).

CONFERMA – Nonostante un ampio turn over l’Imoco Conegliano supera in tre set la Saugella Monza. Le venete, che da martedì avranno in palestra anche l’mvp dell’ultima finale scudetto Kelsey Robinson, hanno addomesticato le ospiti in tre set grazie ai 13 punti di Fawcette ed i 10 a testa di Bricio e Folie. A Monza non è bastato il ritorno in campo da fresca ex di Tomsia con 10 punti, in doppia cifra come Aelbrecht ed Eckerman con 11.

DOMINIO – Conferma la leadership nel posticipo del lunedì la Pomì Casalmaggiore che supera in poco più di un’ora il Sudtirol Bolzano con una prova di forza che non ammette repliche. 20 punti di Fabris (a segno con 4 ace) ed 11 di Guerra (3 servizi vincenti).

Risultati 14^ giornata:

Metalleghe Montichiari – Unet Yamamay Busto Arsizio 3-0 (25-15 25-21 25-19)

Imoco Volley Conegliano – Saugella Team Monza 3-0 (25-20 25-23 25-22)

Liu Jo Nordmeccanica Modena – Savino del Bene Scandicci 3-2 (25-18 25-17 26-28 19-25 15-13)

Igor Gorgonzola Novara – Foppapedretti Bergamo 3-0 (25-19 25-17 25-15)

Il Bisonte Firenze – Club Italia 3-2 (25-20 19-25 25-17 15-25 15-13)

Pomì Casalmaggiore – Sudtirol Bolzano 3-0 (25-11 25-14 25-14)

Classifica: Casalmaggiore 36, Conegliano 34, Novara 31, Bergamo 27, Busto Arsizio 22, Scandicci 21, Modena 19, Bolzano 18, Firenze 14, Monza 12, Montichiari 11, Club Italia 7.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *