Torino-Atalanta 1-1: Petagna risponde a Falque e l’Europa si allontana per i granata

petagna

TORINO – Il pari di oggi lascia invariati i punti di distanza tra Atalanta e Torino: gli orobici salgono a 39 e restano sesti, i piemontesi a 31 e restano noni. Ciò che sembra cambiare davvero, almeno per il Toro, sono le speranza di riagganciare il treno Europa League. Mancano ancora molte giornate, ma il match contro i ragazzi di Gasperini era fondamentale per ricucire un distacco che invece rimane invariato. A dirla tutta, anzi, il pari va un po’ stretto a questi ultimi: a parte la prima mezz’ora, sono stati infatti i nerazzurri a gestire il gioco ed a produrre più palle gol dei granata. Mihajlovic dovrà lavorare ancora molto per rilanciare i suoi ragazzi e motivarli in un campionato che sembra somigliare sempre più a quello del’anno scorso.

PRIMO TEMPO: BARRECA, FALQUE E HART I PROTAGONISTI DELL’1-0 GRANATA– Il Torino parte discretamente e riesce a gestire il gioco, mentre l’Atalanta appare solo preoccupata di difendersi. Il gol non tarda ad arrivare però: cavalcata di Barreca sulla sinistra, cross in mezzo all’area e sbuca di testa Falque che trova con precisione il nono centro stagionale. Il gol sembra però appagare i ragazzi di Mihajlovic, che si chiudono e danno modo all’Atalanta di proporsi in avanti per cercare il pari. Se non ci riescono gran parte del merito è di Hart, decisivo prima sul colpo di testa di Caldara e poi sul destro di Gomez. Si va al riposo con il Toro in vantaggio ma l’Atalanta tutt’altro che doma.

Iago Falque, attaccante del Torino (Immagine Eurosport)
Iago Falque, attaccante del Torino (Immagine Eurosport)
SECONDO TEMPO: PARI DI PETAGNA E POI ANCORA ATALANTA – Il secondo tempo vede per l’ennesima volta un calo dei granata, per la verità questa volta già iniziato nel finale del primo. I nerazzurri, grazie anche alla freschezza del neo entrato Kessiè, si propongono quindi in avanti ed al 21’ trovano il pari: Petagna viene servito in area da Kurtic, resiste a Rossettini e brucia Hart in girata sul primo palo. Il Toro non riesce a riportarsi in avanti e anzi subisce il ritorno dell’Atalanta. L’ex di turno Kurtic si trova più volte con il colpo del ko in canna ma lo fallisce, tirando fuori oppure facendoselo respingere da Hart. Il Toro dalla sua risponde con una punizione di Ljajic fuori di poco ed un tiro di Belotti nel recupero anch’esso fuori. Finisce così, con un pari che può bastare all’Atalanta ma che serve a ben poco per il Toro. Alla fine però un momento bello ed emozionante: Vives che saluta in lacrime la Maratona dopo cinque anni e mezzo di Toro, ricevendo l’abbraccio di tutti i compagni di squadra
740-ata-laz-petagna
Torino-Atalanta 1-1
TORINO (4-3-3): Hart 7; De Silvestri 6, Rossettini 5.5, Moretti 6.5, Barreca 6.5; Benassi 6, Valdifiori 5.5 (28′ st Iturbe 6), Obi 6 (30′ pt Baselli 5.5); Falque 6.5, Belotti 6.5, Ljajic 7. A disposizione: Padelli, Cucchietti, Castan, Gustafson, Vives, Lukic, Boyè, De Luca, Ajeti. Allenatore: Mihajlovic.
ATALANTA (3-4-1-2): Berisha 6; Zukanovic 6, Toloi 6, Caldara 6; Conti 6, Freuler 5, Grassi 5 (1′ st Kessie 7), Spinazzola 6.5; Kurtic 5.5; Gomez 6 (40′ st D’Alessandro n.g.), Petagna 7 (42′ st Pesic n.g.). A disposizione: Gollini, Rossi, Cristante, Masiello, Migliaccio, Paloschi, Raimondi, Melegoni, Bastoni. Allenatore: Gritti (Gasperini squalificato).
ARBITRO: Damato di Barletta.
MARCATORI: 16′ pt Iago Falque (T), 21′ st Petagna (A).
NOTE: Ammoniti Moretti (T), Caldara e Freuler (A).

HART 7 (MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN– Senza nulla togliere al gol di Petagna ed all’impatto di Kessiè, il portierone inglese salva il Toro in almeno tre occasioni, due nel primo tempo ed uno nella ripresa; forse non basterà per tenere i granata in corsa per l’Europa, ma di certo è stato determinante per portare un punto a casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *