Dzeko sbaglia ancora dal dischetto ma la Roma vince comunque contro il Crotone

crotone-roma

Dopo lo 0-2 con la Juventus di mercoledì scorso, arriva, per il Crotone il medesimo punteggio con i giallorossi capitolini.
Nicola dà una chance dal primo minuto all’acquisto di gennaio Acosty e sceglie di avanzare Rosi inserendo Dussenne nel centro della difesa allargando Ceccherini sul centro-destra. Spalletti ritrova dall’inizio Salah reduce dalla finale di coppa d’Africa persa con l’Egitto e propone Paredes al posto di De Rossi.

Roma che potrebbe portarsi in vantaggio al 17’ con un rigore fischiato per una spinta su Salah, ma Dzeko tira incredibilmente fuori alla destra di Cordaz. Crotone che cerca di impensierire la difesa romanista ma riesce a creare solo un’occasione con un tiro molto velleitario dalla distanza di Tonev. Nainggolan trova invece il varco giusto dopo uno scambio dal limite d’area di rigore con Salah e con il destro batte Cordaz qualche minuto prima dalla fine del primo tempo. Al 10’ del secondo tempo Roma pericolosa sia con Dzeko con un tiro-cross deviato in angolo e sullo stesso corner Fazio incorna il pallone sul palo. Raddoppio che arriva su uno spunto in velocità di un inesauribile Salah che serve a Dzeko un pallone da spingere comodamente in rete. Il Crotone nonostante la girandola di sostituzioni non ha creato grossi grattacapi alla squadra di Spalletti e rimane in penultima posizione a quota 13 punti.

CROTONE-ROMA 0-2
CROTONE: Cordaz, Ceccherini, Dussene (Trotta), Ferrari, Rosi, Capezzi, Crisetig, Mesbah (Sampirisi), Acosty, Falcinelli, Tonev (Nalini). A disp. Festa, Viscovo, Dos Santos, Martella, Barberis, Stoian, Simy, Sulijc, Kotnik All. Nicola
ROMA: Szczesny, Manolas, Fazio, Rüdiger, Bruno Peres (Mario Rui), Paredes, Strootman, Emerson, Nainggolan (Perotti), Salah (De Rossi), Dzeko. A disp. Alisson, Lobont, Juan Jesus, Vermaelen, Grenier, Gerson, El Shaarawy All. Spalletti
Arbitro: Russo
Marcatori: 40′ Nainggolan (R), 32′ st Dzeko (R)
Note: al 17′ Dzeko sbaglia un rigore calciato fuori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *