Deulofeu segna, il Milan ritrova la vittoria: 2-1 alla Fiorentina

deulofeu-milan

La rete dell’esterno spagnolo regala i tre punti ai rossoneri, che vincono lo spareggio per l’Europa. I viola, invece, sprecano e non riescono ad essere incisivi.

MILANO – L’era di Berlusconi, si chiude con una vittoria. Deulofeu, regala i tre punti alla squadra di Montella, che continua così la rincorsa ad un posto in Europa. La Viola invece, orfana di Bernardeschi, non riesce a concretizzare le occasioni avute, e le speranze di vederla in Europa League, la prossima stagione, sono ormai ridotte al minimo. Una delle peggiori stagioni della stria recente dei gigliati, che ora hanno solo l’Europa League, che non dovranno assolutamente snobbare, per evitare il fallimento completo.

MILAN: OTTIMO PASALIC, CHE SUCCEDE A BACCA? – La vittoria di eri sera, ha confermato molte ipotesi. La prima è che ormai Pasalic è uno dei pilastri di questa squadra assieme a Suso. Il giovane di proprietà del Chelsea si è integrato benissimo nei meccanismi della squadra rossonera, e l’assist di ieri ne è la conferma. A centrocampo il leader è sicuramente Kucka, in goal ieri, che sta sfornando prestazioni di alto livella, con la sua grinta, e con anche qualche giallo di troppo, ma che finsice per valorizzare anche i suoi giovani compagni di reparto. In difesa, Gomez si riconferma inadeguato per il calcio italiano, mentre Paletta, ieri, ha giocato, con la sua solita bravura, riconfermandosi, come idolo del pubblico, mentre Vangioni gioca un partita ordinata, limitandosi al compitino. L’unico giocatore completamente fuori forma è sicuramente Bacca, mai pericoloso e autore di un’altra prestazione da cinque in pagella, che rispecchia il periodo infausto del centravanti colombiano. Paradossalmente sono più attivi e pericolosi, i vari Suso, Deulofeu e Pasalic, che il giocatore con il numero 70. Montella sorprendentemente, lo ha difeso ed ha assicurato, che la punta tornerà quello ammirato nelle prime giornate di campionato.

kucka.milan.fiorentina.esultanza.2016.2017.750x450

FIORENTINA: TROPPO TURN OVER DANNEGGIA LA SQUADRA – Sousa, possiamo dirlo, è uno degli allenatori più criptici della Serie A. Anche ieri ha messo in campo una squadra eccessivamente rimaneggiata. Se infatti, Ilicic ha rimpiazzato lo squalificato Bernardeschi, allora perchè schierare Salcedo al posto di Milic o Tatarusanu al posto del più quotato Sportiello? Anche la riconferma di Sanchez centrale non ha giovato, l pari dell’esclusione di Badelj, con Valero costretto agli straordinari. Se aggiungiamo l’insensata staffetta tra Chiesa e Tello, allora la frittata è fatta, con il risultato che i Viola sono praticamente fuori dalla corsa per l’Europa. Non tutte le colpe però sono di Sousa: la viola si è confermata Bernardeschi-dipendente, con Ilicic che non è riuscito a rendersi pericoloso, e Kalinic imbrigliato tra i due centrali e poco servito. I Viola ora dovranno focalizzarsi totalmente sull’avventura in Europa League, unico obbiettivo rimasto in una delle stagioni più deludenti per i gigliati.

2333967_w2-640x360

IL TABELLINO:

MILAN – FIORENTINA 2-1 (2-1)

Marcatori: 16′ Kucka (M), 20′ Kalinic (F), 31′ Deulofeu (M).

Milan (4-3-3): Donnarumma; Abate, Gomez, Paletta, Vangioni; Kucka (73′ Bertolacci), Sosa (86′ Poli), Pasalic; Suso, Bacca, Deulofeu (73′ Zapata). All. Montella

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu; Sanchez, Rodriguez, Astori; Chiesa (71′ Tello), Vecino, Borja Valero, Salcedo; Cristoforo (71′ Badelj), Ilicic (81′ Saponara); Kalinic. All. Paulo Sousa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.