Roma-Napoli-Atalanta: è corsa a tre per la Champions League

Siamo giunti alla fase finale del campionato e la capolista Juventus sembra ormai destinata a vincere il suo sesto scudetto consecutivo, a +7 dalla Roma seconda e +9 dal Napoli terza.
Molto più aperta è invece la corsa per un posto in Champions League, visto che il Napoli dista soltanto cinque punti dalla Roma seconda, e l’Atalanta può provare una rimonta leggendaria visto che è staccata di sole tre lunghezze dalla squadra di Sarri.
Analizzando le statistiche e il trend delle tre squadre si potrebbe prevedere quali tra queste otterranno a fine campionato un piazzamento in Champions League:

Football - Soccer - AS Roma v Pescara - Italian Serie A - Olympic Stadium, Rome, Italy - 27/11/16. AS Roma's Edin Dzeko celebrates with teammates after scoring first goal. REUTERS/Alessandro Bianchi

ROMA – E’ sicuramente la squadra più in forma, non perde in campionato da un mese (3-2 contro la Sampdoria del 29 gennaio) e ha totalizzato 5 vittorie consecutive nelle ultime 5 partite di campionato, battendo nell’ultima giornata l’Inter a San Siro con una grande prova di forza.
Ha la seconda miglior difesa del campionato dopo la Juventus con appena 23 gol subiti e tra le tre è la squadra che tira in porta con maggiore pericolosità (1 gol ogni 3,3 tiri nello specchio).

Il suo cammino verso un posto in Champions League non trova il favore del calendario, che presenta tre sfide difficili prima di quella più abbordabile contro il Palermo: prima il derby perso contro la Lazio, molto sentito anche se di Coppa Italia, la supersfida con il Napoli poi la trasferta a Lione per gli ottavi di Europa League.
La squadra di Spalletti può entrare comunque in Champions League vincendo l’Europa League in cui è ancora in corsa.

Arkadiusz Milik, attaccante polacco del Napoli

NAPOLI – Prima della sconfitta contro l’Atalanta era imbattuta in campionato addirittura dalla partita contro la Juventus del 29 ottobre.
Ha segnato 13 gol nelle ultime 5 partite e ha la seconda migliore media gol dopo la Juventus con 2,3 gol a partita, infatti è quella che ha segnato più gol tra le tre squadre (60) e che ha effettuato più tiri (391).
Il calendario potrebbe complicare la cavalcata europea degli azzurri, che oltre alla semifinale di andata di Coppa Italia persa contro la Juventus devono affrontare la Roma all’olimpico in campionato e poi il ritorno di ottavi di Champions League contro il Real Madrid, sfida non semplice da ribaltare dopo la sconfitta dell’andata che ha lasciato non poche polemiche anche in società.

090615379-cdceb837-6390-48fd-badd-85e561f6e690ATALANTA – La squadra di Gasperini è sicuramente la rivelazione del campionato: mai nessuno ad inizio stagione avrebbe pensato che i nerazzurri di Bergamo, abituati a viaggiare in ben altre zone di classifica, si sarebbero trovati in corsa per un posto in Europa.
Arriva da 6 risultati utili consecutivi e ha conquistato 15 punti nelle ultime 6 partite, in campionato è riuscita a battere Napoli, Roma e Inter e ha il vantaggio di non avere impegni di coppa.
Gli obiettivi dei bergamaschi erano ben altri a inizio anno, e forse è proprio questa libertà di immaginazione che sprona i giocatori a non porsi limiti e li trascina verso un piazzamento europeo che sarebbe clamoroso.
Il banco di prova maggiore per l’Atalanta è il calendario, che la vede affrontare prima Fiorentina e Inter, poi Sassuolo e Roma dopo una parentesi con Pescara e Genoa; è proprio dal risultato e dalla prestazione di queste sfide che si vedrà se la squadra di Gasperini è veramente pronta per il salto in Europa.
Intanto l’allenatore piemontese si gode la sua squadra, piena di giovani di grande prospettiva anche per la Nazionale Italiana e con una grande mentalità vincente che potrebbe fare da base per successi futuri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *