Si sblocca Gagliardini: manita Inter, Cagliari k.o

Cagliari – Il Cagliari incassa la terza manita stagionale e fa risorgere l’Inter, reduce dalla sconfitta contro la Roma. I sardi sono apparsi lucidi per brevi tratti della partita, per poi affondare sotto i colpi dei nerazzurri. Perisic(2), Banega, Icardi e Gagliardini i marcatori. Pioli può di nuovo sorridere.

NOVITà BANEGARastelli ritrova Farias, inizialmente in panchina, e Tachtsidis, al rientro dalla squalifica. Joao Pedro è il trequartista alle spalle del solo Borriello; Di Gennaro e Barella in cabina di regia mentre Pisacane affianca Bruno Alves al centro della difesa. Pioli recupera Miranda e Ansaldi, in campo dal 1′, lascia in panchina Brozovic per Kondogbia e rispolvera Banega nel tridente rifornitore di Icardi.

SOLD OUT – Il Cagliari parte subito forte e al 7′ va vicino al vantaggio: Joao Pedro, servito sul filo del fuorigioco, rischia di beffare Handanovic con un pallonetto, Medel salva quasi sulla linea. L’Inter fatica a trovare spazi e idee. La bolgia del Sant’Elia, per la terza volta in stagione registra il tutto esaurito, è l’arma in più dei rossoblù. Al 26′ Icardi si fa vedere dalle parti di Gabriel, intervenendo in spaccata sul traversone di Perisic (palla di poco a lato). I nerazzurri cominciano ad aumentare il ritmo e il Cagliari va in bambola.

NEL SEGNO DI EVER – Al 34′ l’Inter passa in vantaggio: Perisic, servito da Banega, brucia sul tempo Pisacane e manda la palla alla sinistra di Gabriel, autore, 2′, di una pregevole parata con la palla che scheggia la traversa. 5′ più tardi arriva il raddoppio, con Banega di nuovo protagonista su punizione dal limite. L’Inter, in vantaggio di 2-0, abbassa la guardia e il Cagliari ne approfitta.

ANCORA BORRIELLOHandanovic salva letteralmente sulla linea sul tentativo, da pochi passi, di Di Gennaro. I rossoblù reclamano il gol, ma le immagini confermano la decisione dell’arbitro. I padroni di casa continuano ad attaccare e trovano il gol: Borriello sfugge alla marcatura di D’Ambrosio e insacca di testa su cross dalla tre quarti di Barella. Per l’attaccante ex Atalanta si tratta del 13esimo gol stagionale in Serie A. I sardi ci riprovano con Joao Pedro, Handanovic blocca a terra.

icardi-inter

SI SBLOCCA ICARDI – L’Inter cambia atteggiamento e cala subito il tris. E’ di nuovo Perisic, servito da Icardi, ad infilare Gabriel calciando sul secondo palo. Il Cagliari è costretto a lasciare praterie scoperte dove gli esterni nerazzurri hanno libertà di correre. Rastelli dà una sterzata ai suoi inserendo Sau per un evanescente Di Gennaro: si passa, così, al 4-4-2. I rossoblù faticano a ripartire, gli uomini di Pioli ne approfittano e calano il poker: Icardi, lanciato a rete, viene steso da Gabriel. Per Di Bello è rigore, che il capitano nerazzurro realizza.

GIOIA GAGLIA – Ormai c’è solo l’Inter in campo. Joao Mario, subentrato a Banega, fa quel che vuole in area rossoblù e serve Icardi, che calcia sulla traversa. Nemmeno gli ingressi di Ibarbo per Borriello e Dessena per Barella sembrano scuotere i rossoblù, provati fisicamente e con scarse idee. Nagatomo rileva Ansaldi e per l’Inter c’è ancora tempo di festeggiare. Gagliardini trova il suo primo sigillo stagionale con la maglia nerazzurra con un tiro da fuori, su cui Gabriel non è impeccabile. La squadra di Pioli ritrova così la vittoria dopo la batosta contro la Roma, per il Cagliari, invece, c’è tanto da lavorare, soprattutto in difesa.

TABELLINO CAGLIARI INTER 1-5

MARCATORI: 34′ pt Perisic (I), 39′ pt Banega (I), 42′ pt Borriello (C), 3′ st Perisic (I). 22′ st Icardi (I), 44′ st Gagliardini (I)

CAGLIARI (4-4-1-1): Gabriel; Isla, Bruno Alves, Pisacane, Capuano; Ionita, Di Gennaro (17’ st Sau), Barella (32’ st Dessena), Padoin; Joao Pedro; Borriello (32’ st Ibarbo). Allenatore: Rastelli

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Medel, Mirand, Ansaldi (42’ st Nagatom); Gagliardin, Kondogbia; Candreva, Banega (31’ st Joao Mario), Perisic (28’ st Eder); Icardi. Allenatore: Pioli

ARBITRO: Di Bello di Brindisi

NOTE: ammoniti Barella, Ionita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *