Napoli-Juventus, pari accontenta-tutti

Napoli Juventus si conclude con un 1 a 1 che poteva anche essere previsto stante la situazione delle due squadre, ma che mai è scontato quando queste due formazioni si incontrano.
Il Napoli ai punti forse ha provato di più a vincerla, almeno nella ripresa, ma il fatto di aver dovuto recuperare fa godere meglio il punto preso contro la capolista.
La Juventus invece gestisce bene la gara, prova a vincerla ma con un’attenzione prevalente a non lasciare punti al San Paolo e la gara dice bene ad Allegri.

Napoli_Juventus_ilpost.it
CASA NAPOLI – Il Napoli è partito il formazione tipo, e dall’inizio ha provato ad aggredire la Juventus.
Il goal di Khedira ha un pò tagliato le gambe agli azzurri, che comunque già nel primo tempo hanno creato molte azioni su cui però è mancata moltissimo la precisione.
Per contro si può dire che in fase difensiva il Napoli è stato davvero attento. Higuaìn contenuto e depotenziato, a parte il goal a freddo molto bello subito gli Azzurri hanno subito davvero poco.
Lo scudetto ormai era andato, la Roma rimane nel mirino, Inter ed Atalanta accorciano (l’Inter per la verità potrebbe, giocando domani sera) ma non preoccupano più di tanto.
La cosa interessante e che va riconosciuta è che il gioco di Sarri fa diventare comunque interessante il percorso degli Azzurri che è ormai di gestione della classifica, cosa che solitamente rende più noioso seguire una squadra.
Il mettere dentro Zelinski sull’ 1 a 1 e sbilanciarsi pur di provare a vincere, stante la classifica, è lodevolissimo.

CASA JUVENTUS – La Juventus lascia Dybala e Cuadrado in panca, ed ha giocato una partita difensiva anche quando i due sono entrati.
Allegri sa benissimo che il Napoli aggredirà, non vuole rischiare nè di dover giocare con tutti i campioni dentro (specie Dybala convalescente), ora che l’infortunio di Pjaca obbligherà ad una gestione ancor più precisa del reparto centrocampo ed attacco, nè vuole rischiare di lasciare l’intera posta al San Paolo. Tra 5 o 6 punti di distacco cambia poco numericamente, ma molto psicologicamente e questo Allegri lo sa.
La Juventus risponde ad un prevedibile start aggressivo degli avversari aggredendo lei stessa, ed in velocità arriva un’azione bellissima che porta allo 0-1. Da lì in poi, è quasi impossibile che i Bianconeri perdano la partita.
La squadra stasera è organizzata e bassa, l’imprecisione degli avanti Azzurri fa il resto.
Nel finale Allegri vorrebbe provarla a vincere, ma senza rischiare troppo: va benissimo così e si fatica a dargli torto. La testa è già alla sfida col Barcellona.

Il Migliore Sportmain del Napoli: Martens, voto 7. Non segna, ma tutti i palloni pericolosi passano dai suoi piedi ed è quello che si sbatte di più

Il Migliore Sportmain della Juvnetus: Bonucci, 7: Fa anche qualche sbavatura, ma non si fa mai superare e sbroglia le situazioni con calma olimpica, al San Paolo questo vale doppio.

All. Napoli Sarri voto 7: Prova a vincerla, e stasera non ne era obbligato

All. Juventus Allegri, voto 7: Adotta una gestione intelligente.

Arbitro Orsato, voto 7,5: Non compie nemmeno una sbavatura in una partita nella quale molti cercano di innervorsirlo e metterlo sotto pressione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *