Motomondiale Argentina – Tutti giù per terra ed è doppietta Viñales-Rossi

Questo GP di Argentina è stato veramente sfortunato, prima le piogge a rovinare le qualifiche, determinando una griglia di partenza molto strana che vede praticamente tutti i big relegati nelle retovie.

Dopo una partenza un po’ caotica e confusa il gruppone prende il via, ma senza Jorge Lorenzo che dopo un contatto con Iannone si ritrova per terra, terminando la sua gara.

Come un razzo Marquez prende letteralmente il volo e stacca tutti nei primi tre giri, mentre dietro un ottimo Crutchlow cerca di contenere gli attacchi combinati di Rossi e Viñales.

motogp-2017-argentina-10

 

Al quarto giro però Marquez commette un erroraccio in staccata e cade, buttando via una gara che ormai sembrava già sua come fece anche in passato. Passa davanti Viñales e dietro Crutchlow e Rossi si eclissano in una gara tutta loro per la seconda posizione. Nel frattempo un richiamo per Jump Start (Falsa partenza) relega Iannone in ultima posizione.

cal_17

Mentre i primi tre consolidano le proprie posizioni, il gruppo formato da Petrucci, Pedrosa, Zarco, Bautista e Dovizioso da spettacolo con numerosi sorpassi e tantissima bagarre, fino alle cadute di Pedrosa alla stessa curva e nelle stesse modalità di Marquez e di Dovizioso, che va largo e viene preso in pieno da Espargarò che cade dietro di lui. Ennesima sfortuna per Dovizioso, che si rialza dolorante da una caduta che non meritava.

Con i team Honda e Ducati completamente fuori dai giochi, la lotta per la seconda posizione si chiude con Rossi che sorpassa Crutchlow, siglando una doppietta Yamaha spettacolare e utilissima per il campionato costruttori e piloti.

MotoGP-Argentina-2017-Valentino-Rossi1

Una gara quindi spettacolare, piena di cadute però anche a causa delle condizioni del circuito Argentino, pieno di avvallamenti e buche che rendono più complicate staccate al limite e la guida in generale.

Appuntamento per il motomondiale il 23 Aprile ad Austin in Texas.

Classifica Finale:

1: Maverick Viñales

2: Valentino Rossi

3: Cal Crutchlow

4: Alvaro Bautista

5: Johann Zarco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *