Tra Roma e Fiorentina: il Toro cerca affannosamente il rilancio

Urbano Cairo, presidente del Torino
Urbano Cairo, presidente del Torino

TORINO – Dopo la sconfitta interna contro la Roma, il Toro prepara la sfida al “Franchi” contro la Fiorentina. I tifosi viola sono gemellati con quelli granata, si sa, ma i ragazzi di Pioli hanno raggiunto a quelli di Mihajlovic a quota 13 e vengono da un convincente 0-3 in casa del Benevento.

ENNESIMA DELUSIONE ANCHE SE MENO BRUCIANTE DELLE ALTRE – Da un certo punto di vista, la sconfitta contro la Roma è stata meno sconfortante dei pareggi contro Crotone e Verona, soprattutto per la maggiore attenzione in difesa. È però vero che quella vista al Grande Torino era decisamente in tono minore, con tutta probabilità per le fatiche di Champions (Dzeko in primis). È però bastata una punizione ben calciata da Kolarov (con un Sirigu non esente da colpe) per dare i tre punti ai giallorossi e condannare i granata. I ragazzi Mihajlovic andranno anche un po’ meglio ma continuano a giocare decisamente male: poche idee e confuse, con le uniche buone cose legate ad iniziative individuali. Eppure c’è consenso e apprezzamento sulla rosa, ritenuta da molti la migliore dell’era Cairo. Gli infortuni non aiutano ma non bastano a spiegare tutto…

IL BORSINO GRANATA: CIH SALE E CHI SCENDE – Dal match con la Roma escono relativamente bene i due centrali della difesa: Moretti e N’ Koulu si mostrano gli elementi più affidabili del reparto, decisamente meno Molinaro e De Silvestri (quest’ultimo piuttosto ingenuo sul fallo dal limite da cui è nato il gol di Kolarov). Per il resto le note positive sono ben poche: un Sadiq generoso ma pasticcione, un Niang ancora fuori forma, un Ljajic e uno Iago Falque in giornata decisamene no, un Baselli che non dà quella qualità che ci si aspetta da lui…un Mihajlovic che ha ancora la fiducia della società ma deve dimostrare che sa dare ai suoi un gioco davvero da Europa League e non da campionato di metà classifica come l’anno scorso.

IL RESTO DEL TORO: IL PUNTO SULLE SQUADRE GIOVANILI – Salta il sabato di campionato per la Primavera di Federico Coppitelli, visto il rinvio richiesto e ottenuto dalla Roma. La Berretti invece gioca e incappa nella prima sconfitta: 1-0 sul campo della Pro Piacenza, i granata restano primi ma assieme ad altre cinque squadre. 2-2 dell’Under 16 sul campo dell’Empoli, con i granata che restano a metà classifica. Un po’ di rammarico invece per l’Under 15, che si fa rimontare due volte dall’Empoli e pareggia 3-3; i granata sono ora terzi. Altro rammarico per l’Under 14, che si fa raggiungere sul 2-2 nel finale dal Novara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.