Sportedelica: “Sei negato? Datti… all’Hobby Horse”

sportedelica hobbyhorse

Vi ricordate il buon vecchio detto “datti all’ippica” (come se fosse una cosa semplice)? Ecco se andate in Finlandia lo dovrete modificare. Vi chiederete il perché, e la risposta è molto semplice: in Finlandia è molto più in voga darsi all’hobbyhorse. Non sapete cosa sia? Ve lo spiego…

Negli ultimi anni, ma la sua notorietà risale solo agli ultimi mesi, nel paese scandinavo ha preso sempre più piede il movimento degli appassionati di gare a “cavallo” di un hobbyhorse, ovvero di quei cavalli per bambini composti da un bastone e dalla testa di un cavallo di peluche. Ma non è una moda o un semplice passatempo per bambini. Ci sono adulti, soprattutto ragazze, perlopiù adolescenti, che impiegano ore e ore del loro tempo per allenarsi, spesso nei boschi, e disputare vere e proprie competizioni. Insomma uno sport in tutto e per tutto, dall’impegno fisico a quello psicologico.

Ma perché questo sport è ancora così poco conosciuto al di fuori dei confini finlandesi? Partiamo col dire che tutti noi lo abbiamo praticato da bambini, ma solo nel paese scandinavo hanno pensato di portare avanti questa passione anche in età più avanzata. Poi che la federazione nazionale (SKY) è nata nel 2012 e si occupa al momento della diffusione online dello sport e dell’organizzazione dei campionati finlandesi, ma che al momento rimane pur sempre solo un supporto niente i ufficiale. E poi continuiamo col dire che solo ultimamente le atlete stanno uscendo allo scoperto chiedendo rispetto per questo sport, prima in molte si “nascondevano” per evitare prese in giro.

Già perché non è semplice dire al mondo intero: “Ciao, sono un’atleta di hobbyhorse”. Ci vuole coraggio e passione, sicuramente più di quella che serve per dichiararsi ginnaste o pallavoliste o giocatrici di calcio (e anche in questo caso lo si sa che non è poi così tutto facile).
Se oggi ne parliamo un po’ di più è perché, a partire dalla scorsa primavera, si è diffusa la notizia dell’esistenza dell’hobbyhorse come disciplina sportiva grazie ad un documentario “Hobbyhorse Revolution” firmato dalla regista finlandese Selma Vilhunen che è stato presentato in anteprima al Festival di Tampere e in estate al Giffoni Film Festival. Un documentario che mostra tutta la passione che queste ragazzine (sono la stragrande maggioranza) mettono in questa attività e tutto quello che le ha portate ad avvicinarsi all’hobbyhorse.

Chissà… se è vero che nel prossimo futuro ci saranno i videogame alle Olimpiadi non è impossibile pensare che in un futuro un po’ più lontano non si troverà tra le discipline anche l’hobbyhorse…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.