Olimpiadi invernali: provate a non vivere di solo calcio…

windisch

Io questa ve la devo proprio dire: ma perché vi siete fissati con il calcio? Cioè la vostra è proprio una malattia e non fa bene.
Vi chiedete perché dico questo? Perché alle Olimpiadi qui a PyeongChang sono bastati due giorni di gare (partendo dalla cerimonia di apertura) per portare a casa la prima medaglia di bronzo e ben due di legno (lo so quelle fanno arrabbiare ma nello sport ci deve essere sempre qualcuno che arriva quarto). Cosa vuol dire? Vuol dire che in Italia le cose che sapete fare sono tante, non solo il calcio, che poi andate a prendere i giocatori stranieri e la Nazionale vi fa penare.
Ma volete mettere la soddisfazione di una medaglia olimpica? A noi greci succede più raramente che a voi, non so perché, ma dispiace… alla fine le Olimpiadi le abbiamo inventate noi…

Comunque tornando al discorso iniziale: Dominik Windisch (lo so il nome non è proprio italianissimo ma non è colpa mia se avete delle regioni dove si parlano due lingue) vi ha regalato il primo podio di questi Giochi Olimpici. Tanta fatica, qualche difficoltà e una medaglia che forse non tutti si aspettavano, e questo fa ancora più soddisfazione. Ma ditemi in quanti lo conoscevate prima? Però se vi dico Francesco Totti lo conoscete tutti vero??? E non vi sentite neanche un po’ in colpa?

E quei ragazzi del pattinaggio di figura? Sì la squadra che vi ha portati al quarto posto nel team event (e anche con un pizzico di amaro in bocca). Insomma parliamoci chiaro ci sono nazioni ben più blasonate eppure voi siete lì…

Infine, due millesimi. Sì due millesimi, sapete quanti sono due millesimi? Neanche io, perché per noi comuni mortali sono talmente infinitesimali che non si contano neanche. Ma chiedete a Dominik Fishnaller quanti sono due millesimi… lui lo sa benissimo visto che gli sono costati il terzo gradino del podio. Che poi se non trovi neanche sfogo in un’imprecazione, perché dura più di due millesimi…

Perché vi ho detto questo? Perché sarebbe bello se voi italiani non vi ricordaste degli “sport minori” solo ogni quattro anni (due se consideriamo l’alternanza Olimpiadi/Olimpiadi invernali). Appassionatevi a queste discipline e supportate i vostri portabandiera sempre, il calcio non se ne avrà a male, ve lo assicuro…

Aristotele (con i miei fedelissimi doposcì)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.