Mondiale Rally Svezia – Day 3&4 – Trionfa Neuville davanti a Breen, disastro per Ford

Con la fine della seconda tappa del mondiale 2018 arriva la prima vittoria stagionale per Thierry Neuville! Il vice campione del mondo in carica ha comandato la classifica assoluta sin dalla prima prova speciale, mostrando un passo gara mostruoso e una confidenza con la sua i20 WRC+ ai massimi storici. Il belga ha dimostrato ancora una volta di gradire la gara svedese, stavolta completanto l’opera che l’anno scorso si interruppe a metà contro un muretto durante una prova spettacolo. La delusione dell’anno scorso sicuramente ha lasciato spazio alla gioia per una vittoria sicuramente molto ambita per raggiungere e superare nella classifica mondiale Sebastièn Ogier. Una gara sicuramente gestita bene, ma non senza prendere rischi (in pieno stile Neuville).

Seconda posizione, inaspettata per molti, di Craig Breen che porta la sua C3 WRC+ a soli 19,8 secondi dalla vetta della classifica. Una scalata alla vetta che il pilota Irlandese ha iniziato verso metà gara, secondo dopo secondo si è portato prima in quarta, poi in terza e infine in seconda posizione, addirittura insediando Neuville in più occasione e mettendosi dietro piloti ben più veloci in altre condizioni.

Terza posizione per Andreas Mikkelsen che completa un podio che vede due Hyundai nelle prime tre posizioni e la terza di Hayden Paddon che completa la top five. Una gara, quella di Mikkelsen svolta con un occhio alla classifica e un occhio a contenere gli attacchi degli altri piloti al compagno di squadra Neuville. Una gara che solo un pilota di esperienza come il norvegese poteva portare a compimento senza sbavature.

Completano la top five Esapekka Lappi e Paddon con il primo che pone rimedio a una gara non eccelsa per lo squadrone Toyota, portando punti importanti per la classifica costruttori e il secondo che ha sfiorato l’impresa del podio alla sua gara del 2018 ma che poi ha dovuto desistere sotto gli attacchi della giovane promessa finlandese.

Per quando riguarda la Toyota, Latvala conclude settimo e Tanak ottavo dopo alcuni problemi al motore della sua Yaris e un episodio ancora sotto investigazione che ha coinvolto anche Kris Meeke. C’è stato infatti un incidente fra i due che ha costretto l’inglese al ritiro per un danno irreparabile alla sospensione. Si vedrà nei prossimi giorni quale sarà la decisione della federazione nei confronti di Tanak.

Disastro totale invece in casa Ford, con Teemu Suninen appena ottavo, Elfyn Evans decimo e Sebastièn Ogier undicesimo, tutti con distacchi di una manciata di minuti. Sicuramente le prestazioni della Fiesta WRC+ sulla neve non sono state per nulla all’altezza, in quanto nessuno dei tre piloti ufficiali è stato competitivo, ad eccezione di Ogier che ottiene il secondo posto nella Powe Stage vinta da Lappi. Una prestazione veramente da dimenticare per la M-Sport Ford, che sicuramente punterà a rifarsi nel prossimo appuntamento del mondiale.

Mondiale che ripartirà dagli sterrati polverosi del Messico, dall’8 all’11 Marzo. Tutti noi ci aspettiamo un’altra gara combattuta sul filo del rasoio, così come lo sono state tutte le gare dello scorso anno!

Classifica Finale:

1- Thierry Neuville (Hyundai i20) 2h 52′ 13″.1

2- Craig Breen (Citroen C3) +19,8s

3- Andreas Mikkelsen (Hyundai i20) +23,3s

4- Esapekka Lappi (Toyota Yaris) +45,8s

5- Hayden Paddon (Hyundai i20) +54,4s

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *