Chi di rovesciata perisce di rovesciata finisce: Napoli -Juve, da Milik a Ronaldo

Di rovesciata in rovesciata. Sotto gli occhi di tutti è la prodezza Champions effettuata da Cristiano Ronaldo contro la Juve mentre è passato decisamente inosservato il gesto tecnico di Arkadiusz Milik che ha visto spegnersi le speranze di vittoria, con quel pallone finito sulla traversa, del Napoli contro il Sassuolo.

Il duello Juve – Napoli è anche questo, fatto di pareggi in Serie A contro provinciali che si devono salvare come Spal e Sassuolo e di contraccolpi psicologici. Il 3 a 1 rifilato al Milan da Chiellini e compagni viene subito ridimensionato dal 3 a 0, subito senza prova di appello dai Blancos, e c’è ancora la gara di ritorno da giocare. Di mezzo ci sono altre due provinciali, Benevento e Chievo. Proprio lì dove cadde la storia romana e la fatal Verona, si giocherà il destino dello scudetto che è tutto illustrato nelle dichiarazioni post gara di Allegri e nella faccia triste di Dybala, perché a dirla tutta anche i bianconeri hanno capito che a perdere non ci si diverte affatto …

Sarri dovrà invece cambiare qualcosa, da piccolo alchimista dovrà trovare la pietra filosofale in grado di trasformare ex giocatori provenienti da Empoli, Verona, campionati francesi e altro ne l’Oro di Napoli. I partenopei sono esausti, e se vogliono arrivare a Torino in zona aggancio devono rimescolare le carte dei titolarissimi, non troppe, per carità visto quanto successo in Europa League e in Coppa Italia. Se a Mister Sarri dovesse riuscire questa miscela, il caffè finale allora potrebbe essere ancora più gustoso… per ora è un sospeso ancora da prendere.

download (4)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *