Serie A: alla 35ma giornata è ancora un campionato più aperto che mai

serie_a_probabili_formazioni_38_giornata_calendario_serie-a-2

Passate le coppe europee, tornano i riflettori sulla Serie A, che domani e domenica vedrà la sua 35ma e quartultima giornata. Un campionato aperto come mai è accaduto negli ultimi anni, con tutti gli obbiettivi ancora aperti. Proviamo a vederli uno per uno.

SCUDETTO: VOLATA NAPOLI/JUVENTUS – Il nostro campionato è l’unico tra i principali europei ad avere ancora dubbi su chi vincerà. Questo forse non depone a favore dell’Europa, dove in ognuno dei grandi paesi del calcio sembra esserci una squadra che domina: il Barcellona in Spagna, il Bayern Monaco in Germania, il Paris Saint Germain in Francia, il Manchester City in Inghilterra. L’Italia, però, è l’unico paese dove ha vinto sempre la stessa squadra negli ultimi sei anni; prima di parlare di campionato aperto, quindi, pensiamoci bene…Ad ogni modo il Napoli ha il grande merito di averlo tenuto vivo finora e più che mai adesso: andare a vincere a Torino è sempre un’impresa, e il fatto che sia arrivata al 90’ grazie a un difensore non toglie nulla, anzi forse da ancora più valore. La Juve, d’altra parte, delle ultime settimane è sicuramente appannata: prima il pareggio a Crotone, poi la sconfitta nel big match contro i partenopei. Resta però il fatto che i bianconeri hanno un punto in più, l’organico più solido…e sette vite, si sa.

LOTTA CHAMPIONS: TRA LAZIO, ROMA E INTER NE RESTERANNO SOLO DUE – Anche i posti in Champions sono ancora apertissimi. Il vantaggio di Roma e Lazio e troppo risicato per fare calcoli; l’Inter e lì, dietro di un punto, pronta ad inquietarle. È vero però che la strada della Champions per i nerazzurri passa dalla Juve… La Roma intanto esce con le ossa rotte dal match di Liverpool, non solo nel passivo di 5-2 ma anche e soprattutto nel pasticciaccio combinato da alcuni suoi tifosi. All’Olimpico servirà il secondo miracolo dopo quello sul Barcellona, in attesa del giudizio dell’Uefa che non può e non deve essere clemente. Intanto i ragazzi di Di Francesco se la vedranno con un Chievo sorprendentemente sull’orlo del baratro, mentre la Lazio ospiterà un Torino che ormai ha ben poco da chiedere alla stagione.

LOTTA EUROPA LEAGUE: MILAN E ATALANTA IN POLE POSITION – Anche qui il discorso è decisamente aperto. Il Milan è attualmente sesto ma non gode di buona salute (vedi la debacle col Benevento), esattamente al contrario dell’Atalanta che è subito dietro. Sembrano comunque le due favorite per giocarsi il sesto ed il settimo posto, che significano rispettivamente Europa League diretta e preliminari. La Sampdoria e la Fiorentina sono infatti in calo, mentre il Toro ha perso proprio contro i bergamaschi la possibilità di tornare in gioco.

LOTTA SALVEZZA: SPAL, CROTONE, CHIEVO…O QUALCUN ALTRO? – L’ultima giornata ha svelato il primo paradossale verdetto: il ritorno in serie B del Benevento, proprio nello storico momento in cui ha espugnato San Siro. I sanniti lasciano quindi a testa alta, rimpiangendo soprattutto un girone di andata disastroso. Anche il Verona sembra destinato a seguirli presto, sebbene lo scontro diretto con la Spal lasci aperta una speranza. Quelle che sembrano davvero in lotta per salvarsi, comunque, sono la suddetta Spal, il Crotone di Zenga…e a questo punto anche qualcuna davanti: anzitutto il Chievo, appaiato a 31 punti con i pitagorici, ma anche l’Udinese ed i Cagliari hanno poco stare tranquilli…chi vivrà vedrà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *