Motomondiale Spagna – Màrquez domina davanti a Zarco e Iannone, pasticcio Lorenzo, Dovizioso, Pedrosa

AP-1VK34X24N2111_news

La MotoGp torna nel vecchio continente e riparte dalla Spagna, dal circuito di Jerez de La Frontera. Un circuito impegnativo, tecnico e “lento” per gli standard del motomondiale con le velocità massime che si attestano attorno ai 280 km/h contro gli oltre 350 km/h che si ottengono sul rettilineo del Mugello.

Una circuito che favorirebbe sulla carta le Honda, in cui Valentino Rossi ha collezionato ben nove vittorie negli anni e che vedeva Crutchlow partire dalla prima casella davanti a Pedrosa e Zarco, ci ha regalato però una gara piena di colpi di scena, con Marc Màrquez vincitore assoluto della gara che si concede anche il giro d’onore salutando le tribune dei suoi fans e che si afferma in maniera netta, senza sbavature e senza commettere errori o scorrettezze nei confronti degli altri, come un campione del suo calibro dovrebbe fare per imporre la sua superiorità.

AP-1VJU2ECGW2111_news

In seconda posizione troviamo il Francese Johann Zarco, che partendo dalla terza posizione si è ritrovato comunque “là davanti” potendo lottare prima per la top five e poi, dopo il clamoroso incidente di Lorenzo, Dovizioso e Pedrosa, per il podio con Iannone, Petrucci e Rossi. Una gara che lo ha quindi visto come ignaro protagonista di un podio che ormai dava per perso.

101105684-c2856461-b84f-4415-84e0-130c9b7c1ea3

La fortuna in questo caso aiuta anche Andrea Iannone,  che regala il terzo podio di fila alla Suzuki e raccoglie punti pesanti per la classifica mondiale, che ora lo vede in quarta posizione a soli 23 punti dal leader Màrquez. Una bella gara anche per lui, che ha tenuto il passo di Zarco fino alla fine senza commettere errori.

Iannone-jerez-2018-2

Chiudono la top five Danilo Petrucci, che si è detto molto amareggiato per non aver raggiunto il podio ma comunque felice per il quarto posto, e Valentino Rossi che chiude in maniera mediocre un weekend devastante per le Yamaha ufficiali, con Maverick Viñales settimo e con le Yamaha Tech 3 del team satellite davanti e con tempi sul giro migliori. Delusione anche per Crutchlow che rimedia solo una caduta dopo essere partito dalla Pole Position.

valentino-rossi-motogp-spanyol-di-sirkuit-jerez-spanyol_20180505_063000

I veri delusi però sono Lorenzo, Dovizioso e Pedrosa che hanno visto sfumare un buon piazzamento nel GP in un istante. Con una dinamica parecchio atipica infatti tutti e tre sono caduti nella stessa curva, con Dovizioso che prova l’attacco su Lorenzo, entrambe vanno larghi lasciando un varco che Dani Pedrosa sfrutta ma viene poi centrato da Lorenzo che nel frattempo chiude la traiettoria, generando una due contatti che a catena hanno provocato l’incidente, che potete vedere in una ripresa molto chiara qui. Un contatto che a mio parere rientra nella categoria dei normali contatti di gara, in quanto nessuno dei tre ha fatto una mossa sbagliata o intenzionale. Un incidente che sicuramente danneggia la Ducati, le cui moto hanno fatto uno zero tondo tondo, e Dovizioso che vede lontana la testa della classifica mondiale.

724633

Una gara che vede quindi Màrquez dominatore ma che vede le Ducati protagoniste anch’esse, veloci e competitive, capaci di tenere il passo della armata Honda che sembra irraggiungibile. Cosa succederà in futuro lo vederemo nel corso della stagione, che ripartirà da Le Mans, sul circuito Bugatti, in Francia Domenica 20 Maggio.

Classifica Finale:

1- Marc Màrquez (Honda)

2- Johann Zarco (Yamaha)

3- Andrea Iannone (Suzuki)

4- Danilo Petrucci (Ducati)

5- Valentino Rossi (Yamaha)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.