Mondiale Rally Italia – Day 1 – Ogier in testa braccato da Neuville e Latvala; Mikkelsen, Suninen e Tanak fuori

AP-1VWPBZGHH2111_news

Prima giornata di gara sugli sterrati della Sardegna, la nostra meravigliosa isola che ospita, oltre ai vari VIP in villeggiatura e alle spiagge incontaminate, la settima tappa del mondiale rally 2018. Gli sterrati Sardi per ora premiano il campione del mondo in carica Sebastièn Ogier, che si presenta al via con una Fiesta WRC+ nuova di zecca appena rodata. Di sicuro la vettura è al top assoluto della prestazione in seguito al ripristino dopo l’incidente in Portogallo, e Ogier dovrà spingere parecchio per cercare di recuperare dallo “zero” della scorsa gara.

AP-1VWEX1FXN2111_news

Pur avendo la macchina al top, Ogier è costantemente braccato. In primis da Thierry Neuville, che si trova ad appena 19 secondi dal leader e sta spingendo come non mai per mantere la seconda posizione. Neuville sa che se vuole avere chance di vittoria nel mondiale non deve più sbagliare da qui alla fine del mondiale.

AP-1VWB38DUD2111_news

Dietro al Belga si trova Jari-Matti Latvala, che si trova ad appena 37 secondi dal leader e trova la massima confidenza con la sua Toyota Yaris. E’ risaputo che la Yaris sia ottima sullo sterrato e la prestazione sin ora da perfettamente ragione alle voci riguardanti un ulteriore lavoro di sviluppo fatto dal team Finnico-Giapponese.

AP-1VWB2SHTW2111_news

Chiudono la top five Esapekka Lappi, poco distante dalla terza posizione, e Mads Ostberg ormai impegnato a tempo pieno con la Citroen C3 dopo l’addio imposto a Kris Meeke dalla scuderia.

AP-1VWEX85E12111_news

Si vedono costretti nelle retrovie Ott Tanak, costretto al ritiro per la tappa da un brutto atterraggio che ha arrecato danni alla sua Yaris, Teemu Suninen su Ford e Andreas Mikkelsen, fermato da un principio d’incendio alla sua i20 nella tappa 7, dopo essere stato un forte protagonista della gara sino a lì, vincendo ben due prove speciali.

AP-1VWS4A8MW2111_news

Vedremo domani chi ripartirà dopo aver riparato i danni e vedremo come si evolverà la gara durante una tappa composta da 7 prove speciali che raggiungono lunghezze di oltre 28 km . Si ripartirà alle 8.38 del mattino con la prova di Coiluna-Loelle 1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.