Bologna: la nuova stagione alle porte! Maglie, sponsor, stadio e ambizioni

fenucci-winterling

BOLOGNA – Tanta carne al fuoco a pochi giorni dall’inizio del ritiro che sancirà l’inizio del nuovo campionato: dal nuovo Main Sponsor, alle maglie con un logo rinnovato, dal mercato allo stadio passando per il bilancio. Ecco in pillole le indicazioni più importanti emerse dalla conferenza stampa di presentazione del nuovo Main Sponsor.

BFC_Sito_News-e1529997653858CONNUBIO FRA MODA E CALCIO – Sul filo della passione e della crescita. Queste le due parole chiave che accomunano le strade di Liu Jo e Bologna, realtà ambiziose e pronte a vivere una stagione positiva sotto il profilo economico e sportivo. L’impronta del marchio di moda risulta evidente nella realizzazione delle divise di gioco, caratterizzate da un logo più ampio e rinnovato, più vicino ai tifosi, piuttosto contrari nei confronti del logo stilizzato lanciato la scorsa stagione. Seconda maglia invece ispirata alla stagione 80′-81′, che vide i rossoblu terminare al 7° posto. (CONTEST PER LA 3a MAGLIA https://bit.ly/2Ke2kU7 )

logo-bfcFENUCCI TRA OBBIETTIVI E MERCATO – “Pagherei di tasca mia per giocare la finale di Coppa Italia”. Non lo aveva fatto Inzaghi e non lo ha fatto Fenucci, non si è parlato di salvezza, ma di traguardi, nello specifico di Coppa Italia. Il Bologna, almeno a parole, prova ad alzare l’asticella in attesa di ulteriori colpi sul mercato. “Le strategie sono state finalizzate al 3-5-2”, ammette l’ad, giustificando così il probabile scambio tra Falcinelli e Di Francesco, ancora però da finalizzare. “Dobbiamo puntare a giocatori che hanno dimostrato buone cose ma che ancora non sono esplosi. Quello che dovevamo fare sul mercato lo abbiamo fatto in vista del ritiro, dove Inzaghi potrà farsi un’idea migliore della rosa”. Importanti indicazioni quindi sulle prossime mosse del Bologna: non arriveranno giocatori affermati e costosi, si punta dunque su giocatori under 20, magari costosi ma potenziali top player, verranno inoltre realizzate altre poche operazioni prima del ritiro, aspettando le indicazioni del nuovo allenatore.

Importanti anche le parole a proposito di Palacio e bilancio. L’ex Inter molto probabilmente rimarrà, mentre per la prima volta da quando Saputo è presidente del Bologna, “con l’incremento dei diritti tv il Bologna è in pareggio tra costi e ricavi”, condizione fondamentale per fare nuovi investimenti in futuro. Infine qualche indicazione riguardo alla ristrutturazione del Dall’Ara, che dovrebbe partire tra poco più di un anno. “andare avanti seriamente e senza troppo clamore. La decisione di restare a giocare a Bologna, così come quella di avvicinare al campo anche le tribune, ha previsto qualche variazione, ma il progetto preliminare è pronto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.