La sfida più bollente: Juve Vecchia Signora Milf – Napoli Panterone Cougar

Re Carlo chiamato in guerra – Dopo che la rivoluzione di Masaniello Sarri ha fallito più volte l’assalto al palazzo, tocca ora alla “normale” restaurazione di Re Carlo Ancelotti. L’allenatore italiano più vincente in attività ha abbracciato in estate e con entusiasmo il progetto di De Laurentiis, senza sapere però che si sarebbe presto ritrovato in guerra: contro i tifosi che non hanno approvato il calcio mercato estivo azzurro, fatto di ben tre partenze, Reina al Milan, Sarri e Jorginho al Chelsea e di diversi arrivi di prospetto. I tifosi partenopei che, a suo tempo contestarono il ds Marino per gli acquisti di due come Lavezzi e Hamsik, tanto per dire, non hanno accolto troppo bene gli arrivi di Fabian Rui, Verdi e Co, rimpiangendo l’improbabile arrivo di Edinson Cavani.  Le curve azzurre hanno inoltre mal digerito l’acquisizione del Bari, che partirà dalla serie D o C, da parte  di ADL. Vige infatti la norma che è vietato avere due club nella stessa categoria e se la scalata dei galletti riuscirà in fretta, qualcosa succederà…

Pronti, via! – Così con 91 punti di eredità e un Sarri passato al Chelsea, altro ex club di Re Carlo, il nuovo allenatore si è trovato quindi impegnato a gestire più fronti. Tanto per cominciare ha valutato la rosa, evitando uno stillicidio, finendo con il trattenere Hamsik, Koulibaly, Zielinski, Mertens e Callejon, tutti pupilli del precedente allenatore e far esordire Luperto in serie A, terzino che con la precedente gestione, molto probabilmente avrebbe visto il campo solo a febbraio in un pazzesco turn over di Coppa Italia votato all’eliminazione. C’era poi, come se non bastasse, il campionato da giocare, due turni non troppo semplici d’esordio, il primo a Roma contro la Lazio e il secondo in casa contro il Milan dell’odiatissimo ex Higuain, scaricato in estate dall’altrettanto poco amata (da queste parti) Signora. Così due volte sotto, il Napoli ha rimontato due volte. I più allarmisti hanno già visto nei tre gol incassati dal Napoli un segnale di pericolo ed  è vero, qualcosa c’è da rivedere, ma il cambio di portiere (Karnezis, Ospina per l’infortunio di Meret) e la qualità degli avversari possono far comprendere che la situazione non è davvero poi così grave.

Juve Milf Vs Napoli Cougar – Che dire allora, guardando, in casa Juve , dove l’undici di Allegri  due gol li ha presi dal Chievo Verona e che mister 120 miliardi per ora è ancora a secco? A proposito, se la Vecchia Signora è la Milf della serie A, sembra essere arrivata in chiave hot la risposta azzurra, il Napoli, vista la nuova divisa da gioco e una Cougar assai arrapante. Sudditi, un consiglio, lasciate fare a Re Carlo!

 

Re-Carlo-Ancelotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *