Mondiale Rally Australia -Day 1- Inizia la corsa a tre finale per il titolo, ma davanti c’è Ostberg

AP-1XHFS57PD2111_news

Prima giornata del rally di Australia, prima delle tre tappe che ci daranno il nome del campione del mondo Rally 2018. I candidati sono al momento tre: Sebastièn Ogier su Ford, Thierry Neuville su Hyundai e Ott Tanak su Toyota, con il terzo che deve sperare nel miracolo per sovrastare in termini numerici gli altri due. Una prima giornata che vede come dominatore Mads Ostberg su una ritrovata Citroen C3 WRC+, che sembra volare sugli sterrati nelle foreste del South Wales Australiano.  Una leadership non molto salda, per soli 6.8 secondi sul compagno di squadra in Citroen Craig Breen. Sembra che dopo la vittoria di Loeb in Catalunya, le Citroen abbiano ritrovato una forma smaliante.

AP-1XH5SQZEH2111_news

Terza posizione provvisoria per Jari-Matti Latvala, che bracca da vicino la coppia di piloti Citroen ad appena 8,7 secondi dalla testa della classifica. La Yaris WRC+ sappiamo ormai bene che è la macchina da battere sugli sterrati e lo sarà anche in questo rally di Australia.

AP-1XHFSKH8N2111_news

Chiudono la top five Hayden Paddon, che deve portare a casa i punti necessari alla Hyundai per vincere il mondiale costruttori, e Ott Tanak, che ha seminato pezzi della sua Toyota ovunque sulle speciali a causa di ripetute toccatine, dovute a un’andatura veramente oltre il limite per cercare l’attacco al mondiale.

AP-1XH5SEN792111_news

AP-1XHG15QKD2111_news

Mancano tra le prime posizioni i due contententi al titolo Sebastièn Ogier e Thierry Neuville, rispettivamente in settima e decima posizione. Per Ogier è stato molto penalizzante il fatto di partire per primo e dover “pulire” le strade polverose e sterrate, risultando in tempi non molto entusiasmanti e un ritardo di quasi 38 secondi rispetto alla testa della classifica.

AP-1XHFRT2MN2111_news

Mentre per Neuville è stato fatale l’impatto con una balla di fieno, usata per delimitare una chicane in un tratto veloce. L’impatto ha danneggiato l’anteriore della macchina del Belga, portandolo anche a commettere un errore e a forare una gomma posteriore. Il risultato? Quasi 33 secondi di svantaggio su Ogier e ben 3 posizioni in meno in classifica. Per Neuville inizia una gara tutta in rimonta.

AP-1XH4TP6J12111_news

Si riparte domani per la seconda tappa, con la prova speciale 9 di Argents Hill Reverse, con la prima vettura alle ore 7.08 locali (Circa le 21.05 italiane)

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *