Mondiale Rally Australia – Day 3 – Vince Latvala, ma è Ogier a festeggiare: è campione del mondo. Delusione Hyundai – L’analisi della stagione 2018

AP-1XJ2Z3TGH2111_news

Con la terza giornata del Rally di Australia si chiude anche il campionato del mondo rally 2018. Giunto alla sua 41esima edizione ha ritrovato l’interesse del pubblico, la innovazione tecnologica e i costruttori pronti a investire. L’arrivo delle WRC+ ha giovato molto al rally come disciplina, e lo si vede anche da questa seconda stagione che le vede protagoniste, un arrivo al fotofinish come non si vedevano da anni, molteplici vincitori durante la stagione e mai noia. Per quanto riguarda l’ultima tappa del mondiale, a primeggiare è stato Jari-Matti Latvala, che chiude in bellezza una stagione non molto fortunata, con parecchi “zeri” e alcuni bei piazzamenti, chiudendo in quarta posizione nel mondiale.

AP-1XJ2W2VB52111_news

Staccato di 32 secondi troviamo Hayden Paddon, la terza guida dello squadrone Hyundai, che chiude a podio portandosi a casa anche tre passaggi cronometrati.  Quest’anno Paddon non è stato nel mondiale al 100%, ha preso parte solo a cinque tappe del mondiale con la i20 Coupè e ha centrato la vittoria finale del campionato rally Neozelandese sempre al volante di una Hyundai i20 vincendo 5 rally su 6 in totale. Si vedrà se l’anno prossimo il team Hyundai gli darà una vettura per l’intera stagione.

AP-1XHRW2Y5S2111_news

Chiude il podio Mads Ostberg, che centra il secondo podio stagionale e chiude una stagione abbastanza sfortunata, ma comunque positiva per essere l’anno di debutto in un team ufficiale. E’ stata una stagione non brillante per l’intero team Citroen, che fatica a prendere il via e ha ottenuto ben poco quest’anno.

AP-1XHFS1F8D2111_news

Chiudono la top five Esapekka Lappi e il neo-campione del mondo Sebastièn Ogier, che festeggia il sesto campionato consecutivo con diciotto punti sul rivale Thierry Neuville, ritiratosi nell’ultima prova dopo aver staccato una ruota, consacrandosi nell’olimpo dei più forti piloti di sempre. Ogier per l’anno prossimo ha firmato con la Citroen, per seguire forse le orme dell’altro mostro sacro del rallysmo, Sebastièn Loeb, che vinse nove mondiali consecutivi con la casa francese. E’ singolare notare che le ultime quattordici edizioni del campionato del mondo sono state vinte da “Sebastièn” (prima Loeb e poi Ogier ndr)

AP-1XJ2YCD752111_news

Andiamo però a vedere una piccola analisi della stagione, prendendo in esame le situazioni dei vari team:

FORD M-SPORT WRT

Il team Ford quest’anno ha centrato l’obiettivo mondiale piloti, con Ogier che riporta la sua Fiesta sul tetto del mondo, come l’anno scorso. Un team che ha puntato tutto sul campione Francese, che non aveva una seconda o terza guida solida o continuativa che portasse punti. Difatti si piazza terza su quattro nel mondiale per team, lasciando il titolo di campione ottenuto l’anno scorso. La Fiesta WRC+ si dimostra una vettura molto competitiva su ogni terreno, ma l’anno prossimo senza Ogier dovranno impegnarsi davvero per raggiungere dei buoni piazzamenti

AP-1XH4NRV412111_news

HYUNDAI SHELL MOBIS WRT

Un altro grande anno quello della Hyundai, che però ha visto un finale di stagione davvero opaco dopo una partenza a razzo. Con tre vetture sempre in gara (la terza vettura viene assegnata a Dani Sordo o a Andreas Mikkelsen in base alle gare) la Hyundai poteva ambire ad entrambe i campionati del mondo. Thierry Neuville è uno dei tre piloti che possono lottare per davvero per il mondiale, ed infatti quest’anno è ritornato vice-campione del mondo come l’anno scorso, con tre vittorie e tre piazzamenti a podio. Il problema è che sul finale di stagione la speranza di vincere il mondiale si è pian piano affievolita a colpi di piazzamenti di poco rilievo e scarsa competitività rispetto agli avversari. Durante la pausa, Hyundai dovrà lavorare duramente per sviluppare la i20 se vuole ambire a vincere nella stagione 2019.

AP-1XGTU3G5H2111_news

TOYOTA GAZOO RACING WRT

Una stagione eccezionale per lo squadrone Toyota. Il team guidato da Tommi Makinen con sede in Finlandia ha centrato l’obiettivo della vittoria finale, portandosi a casa il mondiale team con 27 punti di vantaggio sui rivali della Hyundai. D’altronde, come l’anno scorso, il team schierava tre Yaris WRC+ a tutte le gare, che puntualmente portavano punti pesanti in termini di classifica team. Cinque le vittorie totali quest’anno (Quattro per Tanak e una per Latvala) e parecchi i piazzamenti a podio, il team va in “vacanza” per l’inverno con la consapevolezza di avere dietro al volante uno dei piloti migliori (Ott Tanak) e di avere la vettura migliore in assoluto su sterrato, con un assetto perfetto e un bilanciamento eccezionale.

AP-1XJ2VX46W2111_news

CITROEN TOTAL ABU DHABI WRT

Altra stagione da dimenticare per il team Citroen, che centra solo una vittoria con Loeb e qualche podio veramente sporadico. La C3 non è mai stata competitiva, si era visto sin dalla scorsa stagione. Il team non disponeva di piloti molto in forma, ed allontanto Kris Meeke (Velocissimo ma troppo incline a incidenti) non c’era più nessuno in grado di tenere il passo con i primi. Citroen si classifica ultima nel mondiale team e vede il suo primo pilota in decima posizione nel mondiale (Mads Ostberg). Sicuramente Ogier darà una boccata di aria fresca al team, ma dovranno lavorare moltissimo anche sulla vettura.

AP-1XGTTKPJ12111_news

Una stagione quindi molto emozionante, che ha tenuto tutti sulle spine sino all’ultima speciale dell’ultimo rally, con un triello degno dei film di Sergio Leone. Ci sono le premesse per una stagione 2019 veramente esplosiva. Lo spettacolo del mondiale rally riprenderà verso fine Gennaio, dalle leggendarie montagne sopra Montecarlo, nel frattempo si svolgeranno i test per i vari team impegnati nel mondiale.

Classifica Rally Australia                                                      Classifica Mondiale Piloti

1- Jari-Matti Latvala (Toyota)  2h 59’52”                       1 -Sebastièn Ogier 219 pt

2- Hayden Paddon (Hyundai) +32″.5                               2- Thierry Neuville 201 pt

3- Mads Ostberg (Citroen) +52″.2                                     3- Ott Tanak 181 pt

4- Esapekka Lappi (Toyota) +1’02”.3       Mondiale Team/Costruttori: Toyota Gazoo Racing

5- Sebastièn Ogier +2’30”.8 (Ford)

AP-1XH4GXHH12111_news

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *