Mondiale Rally Svezia – Day 3 – Domina Tanak, ma è lotta serrata per il podio. Ogier e Latvala fuori.

AP-1YEGJ5B6H1W11_news

Riparte il mondiale rally dopo l’appuntamento di apertura nel Principato di Monaco e lo fa dai sentieri ghiacciati e innevati dei boschi Svedesi, dove i piloti si sfidano volando sul filo dei 200 km/h tra gli alberi. Una gara spettacolare e suggestiva, che vede per ora come dominatore assoluto l’Estone Ott Tanak, che si dimostra ancora un pilota completo, capace di dominare qualsiasi fondo e molto a suo agio con la Yaris. Tanak per ora sta letteralmente volando, con un vantaggio di oltre 54 secondi su Mikkelsen, diretto inseguitore.

AP-1YF7MCP2N1W11_news

Lotta senza quartiere invece per il podio, con Mikkelsen, Lappi e Neuville racchiusi in appena 2,3 secondi. Mikkelsen, specialista della neve, sta riuscendo a tenere testa sia a Lappi che a Neuville, con tempi in prova molto buoni, pur non essendo riuscito ad imporsi in nessun passaggio cronometrato. Durante questa terza tappa, Lappi è riuscito a recuperare il distacco e ora i due si trovano esattamente a pari merito per quanto riguarda la classifica totale provvisoria.

AP-1YEGVEAVW1W11_news

AP-1YF7M6BJS1W11_news

Gara in rimonta per Thierry Neuville, che dopo essersi subito imposto nella prima prova spettacolo ha dovuto cedere il passo a  Tanak e Ogier, con il francese costretto poi al ritiro per una uscita di strada. Il Belga si è poi imposto nell’ultima prova speciale della giornata per soli 9 decimi su Lappi. Al momento si trova a 2,3 secondi da Mikkelsen e Lappi e sicuramente nella giornata di domani proverà l’attacco al podio.

AP-1YEW158NN1W11_news

Weekend da dimenticare per il team M-Sport Ford, con Evans solo quinto ed attardato rispetto al gruppo di testa, Tidemand ottavo e Suninen che, dopo aver avuto una buona posizione per tutta la gara, è costretto al ritiro dopo aver impattato contro un albero con il posteriore. Nonostante la vettura fosse marciante, è stato fermato dalla direzione gara per gli evidenti danni al rollcage della sua Fiesta.

AP-1YEVUQGES1W11_news

Gara non brillante per le due wild card Marcus Gronholm e Lorenzo Bertelli, con il campione finlandese che accusa parecchi problemi alla sua Yaris e l’italiano che evidentemente soffre la poca esperienza con le WRC+ e una assenza molto prolungata, dovendosi accontentare solo della ventiduesima posizione. Bertelli, figlio di Miuccia Prada, prese parte al mondiale rally per due anni nella classe regina (dopo aver militato nel mondiale dal 2011) fino al 2017, ottenendo anche risultati da “top ten”, ottimi per un non professionista.

AP-1YEGWK1P51W11_news AP-1YEGX1SQ91W11_news

Una gara con moltissimi colpi di scena quella svoltasi sin ora, che riprenderà domani alle 7.50 locali con la prova di Likenäs 1 .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *