A tutta B: la diga dell’Adriatico, da Cruz e delizia e B Ready per la 5^

LA DIGA DELL’ADRIATICO – Ed alla fine anche l’Entella ferma la sua corsa solitaria a punteggio pieno: a porre una diga virtuale al fiume di cui porta il nome la squadra ligure ci pensa il Pescara, nel suo stadio che, ironia della sorte, invece, porta il nome di un mare, visto che al vantaggio, comunque, di Schenetti, ha risposto, nel finale, Memushaj. Ora i liguri si vedono raggiunti, in questa acerbissima classifica del campionato cadetto, dal Benevento, che batte un Cosenza ancora a secco di vittorie in questa stagione. Come a secco resta la Juve Stabia che si vede travolgere a domicilio da uno straripante Ascoli, che sembra prendere maggiormente consapevolezza della propria forza segnando 5 gol e portandosi ad una sola lunghezza dalla coppia di testa. Medesima posizione che va ad occupare anche la Salernitana dopo il posticipo domenicale che la vede vittoriosa  in trasferta sul campo di un sempre più disperato Trapani, unica squadra ancora a secco di punti del campionato dopo che il Livorno, non senza difficoltà, ha battuto, di misura, il sempre coriaceo Pordenone. Un doppio 2-2, invece, rallenta altre due squadre lanciatissime che falliscono, così, l’aggancio in vetta: il Perugia esce con questo risultato dal Picco al termine di un doppio ribaltamento di fronte, con il vantaggio iniziale, il sorpasso dei liguri e il pareggio ottenuto al 90′ con l’ex al veleno Iemmello; il Pisa che, invece, si vede rimontato a Verona dopo il doppio vantaggio firmato dal solito Marconi. Ne approfitta, così, l’Empoli che, con la vittoria casalinga su un Cittadella che sembra non aver pace in questo avvio di stagione, aggancia proprio la coppia suddetta e torna a vedere la parte alta della graduatoria. Si rianima anche la Cremonese che blocca la serie positiva del Crotone, infliggendo la prima sconfitta agli uomini di Stroppa, e torna a far punti dopo le due sconfitte consecutive, mentre sembra non aver ancora chiara la quadratura di questo torneo il Frosinone, visto che gli uomini di Inzaghi, nell’anticipo del venerdì, non vanno oltre l’1-1 casalingo, in rimonta, contro il Venezia.

DA CRUZ E DELIZIA – Primo strappo nella classifica marcatori, con Marconi del Pisa (foto di copertina) che inanella la seconda doppietta consecutiva, dopo quella che gli è valsa la vetrina dell’ultimo numero di questa rubrica, e si mette davanti a tutti con 5 reti. Dietro di lui Iemmello che, con la rete del pareggio al Picco, sua piccola vendetta personale, sale a 4 realizzazioni (delle 5 messe a segno, finora, da tutto il Perugia). A 3 gol Galano, a secco questo turno, si vede raggiungere dal protagonista della vetrina di questa settimana, ovvero colui che con una doppietta, ha tagliato le gambe alle resistenze della Juve Stabia, indirizzando fin da subito il risultato, cioè Da Cruz dell’Ascoli. Alessio Sergio Ferdinando Da Cruz, un volto noto, da qualche stagione, del campionato cadetto, è un attaccante olandese classe ’97, nato ad Almere e cresciuto nei settori giovanili di Ajax, Almere City e Twente, con cui esordisce tra i professionisti nel 2015. Una stagione, la 16/17, in prestito al Dordrecht, con cui mette a segno i suoi primi 5 gol, quindi l’approdo in Italia, portato dal Novara. Buono l’esordio del giovane nel torneo cadetto, con 5 gol in 19 partite giocate, tanto da interessare l’ambizioso Parma, che a gennaio lo tessera, anche se nelle 6 partite che gioca con i ducali non segna altri gol. E’ comunque protagonista della promozione in A, dove esordisce all’inizio della stagione successiva, mettendo insieme 3 presenze, prima di passare, a gennaio, in prestito, allo Spezia. Veloce, ottima tecnica individuale, forte nel dribbling, Da Cruz entra da subito nelle grazie del pubblico aquilotto, anche per il gol, da posizione quasi impossibile, segnato subito all’esordio che regala il pareggio interno col Venezia, e a fine stagione, chiusa con 14 presenze, nonostante un solo altro gol segnato, saranno diversi quelli che rimpiangeranno il mancato rinnovo del prestito con il Parma. Così ad inizio di questa stagione a prenderlo in prestito è l’Ascoli. Ottimo fin qui il rendimento con il nuovo bianconero: gol all’esordio in Coppa Italia nel 5-1 alla Pro Vercelli, gol all’esordio in campionato nel 3-1 al Trapani alla prima giornata e addirittura doppietta sabato, alla sua seconda presenza nel torneo con i marchigiani.

B READY, PER ESSERE PRONTI ALLA 5^ GIORNATA – Neppure il tempo di ragionare sui risultati dell’ultimo turno che tutto è già pronto per quello successivo, visto che arriva il primo infrasettimanale della stagione, da giocarsi tra stasera e domani, con 8 partite alle 21 di stasera e 2 domani, una alle 19 e una alle 21. Capoliste in campo stasera: l’Entella attende in casa un Venezia non del tutto soddisfatto da questo avvio di stagione, mentre il Benevento sarà ospite di un Pordenone che vorrebbe proseguire il buon trend casalingo, con un 2 su 2 di vittorie. Di eventuali passi falsi proveranno ad approfittare le due favorite della vigilia di stagione, l’Ascoli, che attende in casa uno Spezia alla caccia di un’identità dopo l’inizio fin troppo altalenante, e la Salernitana, che nel posticipo di domani alle 21 ospiterà il Chievo. Derby toscano (uno dei tanti) d’alta classifica per Pisa ed Empoli da giocarsi all’Arena Garibaldi a caccia di un posto al sole, una delle partite più interessanti del turno tra due delle squadre ancora imbattute di questo inizio. Il Perugia, invece, attenderà al Curi lo spaesato Frosinone di quest’avvio di stagione, in un match tra Campioni del Mondo in panchina. Fame di punti nelle restanti partite del turno: il Cittadella, piombata nuovamente nella sconfitta dopo che era sembrata alzare la testa, è attesa dal non semplice impegno casalingo con il Pescara; la Juve Stabia non avrà vita facile a togliere lo 0 dal tabellino delle vittorie nell’insidiosa trasferta in casa di un Crotone che vuol dimenticare in fretta il primo passo falso stagionale; prima vittoria che cercherà anche il Cosenza, ospitando chi l’obiettivo l’ha ottenuto nell’ultima giornata, il Livorno; caccia, invece, addirittura al primo punto per il Trapani, infine, nel match di domani alle 19, quando ospiterà una Cremonese che pare essersi ritrovata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *