Il punto della situazione sul mondiale MotoGP 2019

Passato l’ultimo gran premio, svoltosi lo scorso weekend sul circuito di Motorland Aragòn e che ha visto vittorioso  Marc Marquèz, vediamo com’è la situazione attuale e quali potrebbero essere i possibili svolgimenti.

Partiamo proprio dal leader della classifica, Marc Marquèz, che dall’alto dei suoi 300 punti esatti (avete letto bene, trecento) e delle 8 vittorie, con relativi 13 podi, può sicuramente dirsi soddisfatto della sua stagione sin ora. Il grande connubio Marquèz-Honda funziona, funziona eccome. Una moto perfetta, cucitagli addosso dal team HRC e un pilota di estremo talento. Un’accoppiata quasi imbattibile, che sin ora ha centrato solo primi e secondi posti. Sicuramente è il favorito in questa stagione, lanciato come un treno in corsa verso l’ottavo mondiale.

AP-21NB3ZUYS2111_news

A ben 98 punti da leader, in seconda posizione, troviamo il nostro Andrea Dovizioso. Una stagione sicuramente buona per lui, che però ha sofferto delle debolezze della sua Ducati in alcune piste, dove manca un po’ di agilità e guidabilità. Solo due vittorie in questa stagione, 7 podi e due cadute, che hanno ingrandito il divario tra i due. Le speranze mondiali per Dovizioso si affievoliscono gara dopo gara, sono rimasti ancora 125 punti da assegnare, e ci vorrebbe un vero miracolo per effettuare il sorpasso sullo spagnolo.

AP-21MZ4D6Q52111_news

Appaiati (in termini di punti) troviamo Alex Rins, Danilo Petrucci e Maverick Vinales, tutti con la metà dei punti del solo Marquèz. Tre piloti che hanno vinto almeno un GP (Rins ne ha vinti due) e che hanno ottenuto anche podi in più gare, ma tutti afflitti da parecchie sfortune e difficoltà. Sono riusciti in più occasione a dare fastidio a Marquèz, ma senza mai riuscire a fare veramente la differenza in termini di classifica mondiale. Nel caso di Rins sicuramente vedremo nei prossimi gran premi una ascesa verso le prime posizioni, grazie a una Suzuki in continuo sviluppo e crescita, mentre per Dovizioso e Vinales la situazione sembra un po’ più buia, con il primo che sta avendo parecchie difficoltà a tenere il passo dei primi e il secondo che sta pian piano uscendo dal cono d’ombra degli ultimi anni, ma senza mai andare sopra al terzo posto nelle ultime gare.

Menzione d’onore per Fabio Quartararo e Valentino Rossi. I due piloti Yamaha (team Petronas nel caso di Quartararo), stanno facendo una stagione nella media. In particolare Fabio Quartararo sta finalmente riuscendo a esprimere il suo talento, soprattutto per quanto riguarda il “giro secco”. Infatti il giovane francese è riuscito a ottenere ben 3 pole position e 4 secondi posti in griglia di partenza. Poi chiaramente sia a causa della minor esperienza, sia a causa della moto non aggiornata e sviluppata come le altre dei team ufficiali, le posizioni in gara non rispecchiano sempre le qualifiche. Quartararo però è riuscito a conquistare quattro podi, quindi come primo anno in MotoGp non si può certo considerare un pessimo inizio. Valentino Rossi invece sta dimostrando che la differenza di età può essere compensata dalla grande esperienza, con due podi centrati e posizioni in gara sempre nella top 10, e anche nella top 5. Certo, i tre ritiri di fila al Mugello, Catalogna e Olanda hanno fatto retrocedere Rossi sino alla sesta posizione nel mondiale a 163 punti dalla vetta della classifica.

Staremo a vedere cosa succederà nei cinque gran premi che mancano alla fine del mondiale, sicuramente gli avversari di Marquèz non staranno a guardare mentre si va a prendere l’ottavo mondiale e faranno di tutto per mettergli i bastoni tra le ruote. Lo spettacolo della MotoGP riprenderà Domenica 6 Ottobre in Thailandia, sul circuito internazionale di Buriram.

Classifica campionato

1- Marc Marquèz (Honda) 300 pt.

2- Andrea Dovizioso (Ducati) 202 pt.

3- Alex Rins (Suzuki) 156 pt.

4- Danilo Petrucci (Ducati) 155 pt.

5- Maverick Vinales (Yamaha) 147 pt.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *