Mondiale Rally – Termine anticipato per il mondiale, rally Australia annullato. Hyundai campione, Citroen si ritira!

Termina anticipatamente il campionato del mondo rally. A causa degli incendi che stanno devastando l’Australia orientale e minacciando Sydney, è stata annullata l’ultima tappa del mondiale, che avrebbe dovuto svolgersi dal 14 al 17 Novembre. La gara avrebbe ospitato la battaglia finale tra i due costruttori in lotta per il titolo, ovvero Hyundai e Toyota. Grazie appunto alla cancellazione della gara, è il costruttore Coreano ad aggiudicarsi il titolo, con 18 punti di vantaggio su Toyota, che ha recentemente vinto il mondiale piloti con Ott Tanak.

Un grande risultato per i Coreani, ma la notizia di questa vittoria si aggiunge alla clamorosa e inaspettata notizia del ritiro dal mondiale Rally del team Citroen. La casa francese del “Double Chevron”, unitariamente con il gruppo PSA, ha deciso di lasciare i rally per concentrarsi su Formula E e World Endurance Championship. Da anni Citroen e Peugeot si alternano nelle competizioni con i modelli da voler promuovere sul mercato. Ad esempio, nel campionato italiano rally, il team Peugeot Sport 10 volte campione ha lasciato immediatamente posto al Team Citroen Sport italia, passando dalla 208 T16 R5 alla C3 R5.

Rimangono svincolati quindi Sebastièn Ogier e Esapekka Lappi, che dovranno trovarsi un nuovo volante dietro a cui stare. Perlomeno solo Lappi, perchè il francese pluri-campione del mondo ha già trovato un sedile in Toyota per sostituire l’uscente Tanak, che andrà in Hyundai. Il mondiale viene privato quindi di un costruttore, la sfida diventa quindi un triello fra Hyundai, Toyota e Ford. Da appassionato, guardo un po’ con tristezza questa cosa, ma allo stesso tempo spero vivamente che l’interesse per la specialità torni più forte che mai, perchè ci ha dimostrato di saperci regalare gare e stagioni sul filo del rasoio come mai da anni a questa parte. Con la fine di questa stagione, io mi congedo (per ora, non si sa mai… ndr) da voi lettori e dalla cronaca del mondiale rally per SportMain.it, che ringrazio molto di avermi dato spazio in questi anni e per più di 110 articoli.

Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *