Lacrime per Schumacher: il ricordo è ancora vivo

Ricordo ancora vivo per Michael Schumacher. Dopo tanti anni, i fan non hanno affatto dimenticato quell’episodio struggente

Un ricordo indelebile ha lasciato quell’episodio che ha coinvolto Schumacher molti  anni fa dopo una delle tante vittorie ottenute con la Ferrari.

Schumacher ricordo GP Imola morte madre
Schumacher, è stato un momento davvero struggente (Ansa) – Sportmain.it

Il tutto è avvenuto in un’edizione del GP di Imola (prossima gara del Mondiale di F1 in programma domenica prossima) che, all’epoca, si disputava ancora con la denominazione di GP di San Marino. Siamo nell’aprile 2003 e come noto il pilota tedesco in quegli anni era al top della sua forma, con tre mondiali di fila vinti con la Ferrari.

All’epoca poi la famiglia Schumacher era rappresentata in F1  anche dal fratello di Michael, Ralf. I due, di fatto, si sfidavano ogni settimana, pur appartenendo a due scuderie diverse ovvero Ferrari e Wiliams.

Lacrime per Schumacher, il ricordo è ancora vivo

Ebbene, in occasione del GP di Imola 2003, i due fratelli Schumacher hanno dovuto fare i conti con un gravissimo lutto ovvero la perdita della madre, scomparsa proprio a ridosso di quella Gara, sempre sentitissima dai tifosi della Ferrari.

Schumacher momento struggente morte madre GP Imola
I fratelli Schumacher all’epoca in Formula 1 (Ansa) – Sportmain.it

La signora Elisabeth era malata di tumore e morì per le sue complicazioni a soli 54 anni. Un durissimo colpo per Michael e Ralf. I due potevano decidere di ritirarsi e non competere ma invece no. Erano lì, al proprio posto, anche forse per distrarsi dal momento tremendo che stavano passando.

Come andò quel GP è poi storia: vinse proprio Schumi, davanti alla McLaren di Raikkonen e al compagno di scuderia, Rubens Barrichello arrivato terzo. Toccante l’abbraccio tra i due a fine gara.

Il campione tedesco, ovviamente, fu esentato da ogni tipo di festeggiamento e di attività nel post-gara. Salì sul podio per dovere di forma: lo fece con un volto pieno di lacrime e con lo sguardo rivolto al cielo. Momenti davvero emozionanti. Non toccò lo champagne e subito dopo prese il primo aereo per la Germania, insieme a Ralf, per l’ultimo saluto alla cara madre appena scomparsa. In conferenza stampa, al suo posto dopo la gara si è presentato l’allora team principal Jean Todt.

Da quella vittoria ottenuta a Imola, di fatto, cominciò la risalita di Schumi verso la vittoria del Mondiale 2003, il penultimo con la Ferrari in un inizio millennio indimenticabile per la scuderia di Maranello, all’epoca dominante e inattaccabile come la Red Bull attuale

Impostazioni privacy