Giro d’Italia, non era mai successo prima: è letteralmente crollata

Tadej Pogacar sta dominando il Giro d’Italia. Un predominio dagli effetti immediati. Emblematico quello che è appena successo

Un Giro d’Italia già segnato, se non addirittura già finito. Dopo la prima delle tre settimane di tappe, la corsa rosa ha trovato un padrone incontrastato ovvero Tadej Pogacar. Il venticinquenne fuoriclasse sloveno, in appena sette giorni, ha accumulato un vantaggio superiore ai due minuti e mezzo sul più diretto inseguitore, il colombiano Daniel Martinez.

Giro d'Italia quote vincitore Pogacar
Il Giro d’Italia sembra già segnato per il verdetto finale (LaPresse) – Sportmain.it

A soli venticinque anni, Pogacar può vantare un palmares che nella storia del ciclismo, alla stessa età, ha pochi precedenti. Alla sua già straordinaria collezione di vittorie mancano in sostanza solo il Giro d’Italia, la Parigi-Roubaix e la  Milano Sanremo. In attesa di vincere le due classiche-monumento, Pogacar ha messo una serissima ipoteca sulla conquista della corsa rosa.

I numeri del resto parlano chiaro e sembrano non lasciare scampo ai suoi potenziali avversari. Pogacar ha già vinto tre tappe in appena una settimana e inflitto distacchi siderali a tutti. E soprattutto ad oggi non dà il benché minimo segnale di cedimento. Gli inseguitori sperano di guadagnare terreno nelle prossime tappe di montagna, la Manerba del Garda-Livigno e l’arrivo sul Passo del Brocon a Selva di Val Gardena, in programma tra la fine di questa e l’inizio della prossima settimana.

Giro d’Italia, mai si era arrivati a questo

Nel corso della sua esaltante e ancor giovane carriera e nonostante risulti il migliore di tutti su qualsiasi tipo di percorso, Pogacar ha mostrato qualche segno di debolezza sulle salite più aspre. E di fronte agli scalatori di professione rischia di rimanere indietro. In questo momento però pensare ad un suo crollo verticale è una speranza quasi irrealizzabile.

Pogacar quota vincitore Giro d'Italia
Tadej Pogacar, leader assoluto del Giro (LaPresse) – Sportmain.it

Il dominio assoluto di Pogacar si riflette ampiamente anche sulle quote dei bookmakers. Le principali agenzie di scommesse, da Planetwin365 alla Snai, hanno già assegnato le quote per la vittoria finale di questo Giro d’Italia. Quella di Pogacar rappresenta una sorta di record mondiale. Lo sloveno in maglia rosa nell’ultima tappa a Roma è infatti dato a 1,07, al massimo 1,12.

Non si può escludere in caso di un suo ulteriore allungo in classifica che a breve vengano sospese le scommesse in via definitiva. Si tratterebbe di un fatto inedito, mai accaduto prima. Attenzione, tuttavia, alle possibile sorprese sempre in agguato nelle grandi corse a tappe.

Impostazioni privacy