Juventus-Shakhtar: le parole dei protagonisti

TORINO – Punto tutto sommato guadagnato e, comunque, discreto ottimismo per il prosieguo del girone. Queste, a caldo, le opinioni del tecnico juventino. Massimo Carrera, e della sua truppa.

CARRERA – “Siamo entrati in campo timorosi, ma sapevamo che era difficile.Poi abbiamo preso gol, abbiamo recuperato subito ma poi ce la siamo giocati alla pari. Se rifarei il cambio di Vucinic? A noi serviva anche una punta che marcasse Fernandinho, che era quello che faceva giocare la squadra, abbiamo fatto cambi perché la stanchezza si sentiva dopo tante partite ravvicinate. Quest’anno abbiamo meno tempo per lavorare e questo è il maggiore problema. Ora sappiamo che nel nostro girone ci sono due squadre con cui ce la giocheremo fino alla fine”.

BONUCCI – Una rete dal sapore particolare quella del difensore bianconero: oltre a impattare l’iniziale vantaggio degli ospiti, si tratta della prima rete in Champions’ e inoltre… “Siamo stati bravi a recuperare. Siamo entrati timorosi, abbiamo lasciato il gioco a loro e questa non è una nostra caratteristica e quando abbiamo preso noi il controllo li abbiamo messi in difficoltà. Sono contento per il gol, il mio primo in Champions. Sono andato a esultare dove c’era mia moglie che oggi per la prima volta ha portato mio figlio allo stadio”.

MARCHISIO – Prende quanto di buono c’è in questo pareggio anche Claudio Marchisio, che invita all’ottimismo: all’orizzonte c’è al doppia sfida coi danesi del Nordsjaelland, squadra-materasso del girone, con la concreta possibilità di rilanciare le quotazioni juventine: “Visto il finale, è un punto tutt’altro che da disprezzare. Avevamo di fronte una squadra che gioca bene e che parte veloce in contropiede. Il finale? E’ affiorata un po’ di stanchezza. Ora ci aspettano le due partite con il Nordsjaelland che, almeno sulla carta, dovrebbero essere quelle più facili… Ma siamo appena tornati in Champions e dobbiamo dimostrare a tutti di essere all’altezza”.

(fonte: juventus.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *