Sala firma la vittoria del Verona, è 2 a 1 con l’Empoli di Sarri

23_mandorlini_78020_immagine_ts673_400

Bentegodi – Partita solo per le statistiche tra Verona ed Empoli, con tre punti guadagnati nelle file veronesi grazie a i gol di Moras (23′) e Sala (67′). Per l’Empoli a segno l’ex milanista Saponara al 6′.

Primo tempo – Al Bentegodi la partita si articola come da copione: il Verona, al solito, fa giocare l’avversario cercando di rendersi pericoloso in contropiede. L’Empoli, al contrario, amministra mantenendo il monopolio del possesso palla. La difesa di Mandorlini sembra avere difficoltà appena viene attaccata in maniera sistematica, con degli inserimenti verticali: è il 6′ quando Maccarone, spalle alla porta, protegge la palla da un indeciso Moras e imbuca Saponara, il quale solo davanti alla porta segna il vantaggio.
Il Verona non ci sta e con il passare dei minuti si dispone meglio in campo, aumentando il pressing sulla corsia centrale, con Greco bravo ad accorciare su Valdifiori. Le migliori occasioni dei veronesi arrivano dalle fascie laterali, con degli ispirati Sala ed Halfredsson. Intorno alla metà del primo tempo l’Hellas sembra aver compiuto il rodaggio ed inizia a rendersi concretamente pericoloso, prima con la traversa di Toni al 20′, poi poco più tardi (al 23′), trovando il pareggio con l’incornata di testa di Moras, che conclude su suggerimento da punizione di Obbadi. L’Empoli un po’ in difficoltà, mantiene il possesso palla ma patisce il Verona in contropiede. Toni, sul finale prova ancora a trovare il vantaggio, concludendo su un ottimo cross di Halfredsson, senza riuscire a segnare.

eb14243bfb0365a067b6273f6b553579-58466-1396721526

La ripresa – Il secondo tempo si svolge sulla scia del primi 45′, con un Empoli efficace ed ordinato nel palleggio (forse un po’ troppo sterile) e l’Hellas schiacciato nella propria metà campo, che tenta di ripartire sulle corsie laterali grazie agli spunti di Fernandinho.
L’organizzazione di Sarri sembra scemare con il passare dei minuti, complice il clima torrido. Venendo a mancare fiato e corsa, sembrano venire a meno anche gli spunti brillanti di Saponara e Pucciarelli, con Maccarone quasi sempre out dall’azione giocata.
Il Verona, indeciso in fase difensiva, compensa le difficoltà di gara con l’efficacia della fase di ripartenza (le quali sbilanciano pericolosamente la squadra di Sarri). Intorno al 67′ infatti, su una ripartenza accesa dall’iniziativa di Halfredsson, Sala conclude al volo in rete su una smanacciata imprecisa di Bassi, firmando il 2 a 1. Dopo il vantaggio il Verona è bravo a difendere il risultato, mantenendo il vantaggio, con la squadra di Sarri in evidente difficoltà (soprattutto sulle corsie laterali), mai realmente pericolosa nella ripresa.

Verona Empoli 2-1

Marcatori: Saponara(6′); Moras(23′); Sala(67′)

Arbitro – La Penna.

Verona (4-4-2): Rafael(5,5); Pisano(5,5), Marquez(6), Moras(7), Agostini(6); Sala(7,5 – Al 89′ Marques s.v.), Obbadi(6), Halfredsson(6,5 – Al 83′ Christodoulopoulos s.v.), Greco(6); Gomez(5,5 – Al 37′ Fernandinho 6), Toni(6,5).
A disp.: Benussi, Sorensen, Rodriguez, Brivio, Martic, Marques, Greco, Valoti, Campanharo, Christodoulopoulos, Fernandinho, Saviola
Allenatore: Mandorlini

Empoli (4-3-1-2): Bassi(5); Laurini(5,5), Rugani(6,5), Barba(6), Hysaj(6); Vecino(5,5 – Al 57′ Croce 6), Valdifiori(6,5), Zielinski(6 – Al 77′ Verdi s.v.); Saponara(7); Maccarone(6 – Al 70′ Mchedlidze s.v.), Pucciarelli(6,5).
A disp.: Pugliesi, Sepe; Signorelli, Mchedlidze, Tavano, Croce, Verdi, Mario Rui, Brillante, Tonelli, Somma
Allenatore: Sarri

MIGLIORE IN CAMPO SPORTMAIN: Sala (7,5) – Doveroso, essendo suo il gol vittoria. E’ bravo durante tutto il match a proporsi in fase offensiva, a sostegno delle ripartenze. Corona una buona prestazione con un gol al volo di destro. Speedy GonSala.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *