Serie A, il punto dopo la 26ma giornata: Napoli e Lazio splendenti, Milan e Samp vincenti, Roma e Toro deludenti

Logo_Serie_A_TIM_(dal_2016)

MANITA DEL NAPOLI IN ATTESA DELLA JUVE, LA LAZIO RITROVA IL MIGLIOR IMMOBILE – I bianconeri hanno dovuto rimandare per neve il match con l’Atalanta. Nel frattempo, il Napoli continua a vincere e convincere; questa volta lo ha fatto rifilando una “manita” a domicilio al malcapitato Cagliari. La delusione contro il Lipsia in Europa League sembra già dimenticata, almeno nel gioco. Per avere la meglio sulla Juve servirà il massimo ma sembra proprio che i ragazzi di Sarri lo stiano dando. Intanto la Lazio si lascia definitivamente alle spalle la crisi: corsari anche i biancocelesti (0-3 sul Sassuolo). Ancora in gol Immobile, anche se “solo” su rigore; l’attaccante napoletano è a quota 23 gol in 23 partite, il suo record personale e quasi un record assoluto. Molto bene, per Inzaghi e magari anche per la Nazionale che ne ha proprio bisogno.

ZONA EUROPA LEAGUE: MILAN E SAMP SU, TORO E UDINESE GIÙ – Il Milan è sempre più da Europa League: passa il turno contro il Ludogorets e sbanca l’Olimpico avvicinando la Roma. Gattuso non sembra aver dato solo grinta ai suoi ma anche un gioco, oltre a far fiorire finalmente qualche italiano (Calabria e Cutrone in primis). La prestazione è ancora più notevole se si pensa che la Roma sembrava aver fame dopo la delusione in Champions con lo Shaktar. Forse Di Francesco sbaglia qualche mossa (vedi l’ingresso di uno spento Dzeko), ma questo nulla toglie ai meriti dei rossoneri. La Sampdoria però non è da meno, piegando 2-1 un Udinese che forse dice definitivamente addio ai sogni europei. Da cineteca il gol di Zapata anche se lui, umilmente, confessa che era un cross…ma per fare quel “cross” ha cavalcato più di metà campo. Stesso discorso per il Torino: la sconfitta di Verona lascia le speranze europee al lumicino. A parte i punti di distacco da Samp e Milan che ormai sono 8, i ragazzi di Mazzarri mostrano poco gioco e ancora meno grinta. Se a questo ci aggiungiamo un Belotti irriconoscibile il risultato è poco confortante per i granata.

RISALGONO INTER E FIORENTINA – L’Inter continua a non convincere e con il Benevento fa un primo tempo a tratti imbarazzante; nella ripresa, però, trova due gol e tre punti. I problemi non sono risolti ma per i nerazzurri torna il quarto posto e la corsa per la Champions. Vittoria anche per la Fiorentina: l’1-0 sul Chievo non è dei più esaltanti ma almeno riporta i viola verso la zona che conta.

ORGOGLIO SPAL E BOLOGNA– Nella zona bassa grande prova di orgoglio della Spal, vittoriosa a Crotone. Gli emiliani tornano così in gioco. Bella prova anche del Bologna: dopo la vittoria assai poco à col Sassuolo ne arriva una convincente contro quel Genoa che con Ballardini ha fatto bene come pochi. E domenica i felsinei incontreranno i ferraresi per un derby emiliano tutto da gustare…chi vivrà vedrà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *